Ecco perché LG ha scelto il “vecchio” Gorilla Glass 3 per il display di G6

Vezio Ceniccola

Una delle notizie più curiose sull’hardware del nuovo LG G6, presentato ieri a Barcellona in occasione del MWC 2017, riguarda lo strano mix di soluzioni Gorilla Glass adottato dall’azienda.

Per il nuovo top gamma, LG ha scelto di inserire un Gorilla Glass 5 per proteggere la parte posteriore, un Gorilla Glass 4 per il vetro della fotocamera, e “solo” un Gorilla Glass 3 per il display. Quest’ultima tecnologia, presentata ormai 4 anni fa, sembra abbastanza anacronistica per un dispositivo del 2017, ma pare che l’azienda abbia una spiegazione che fa al caso nostro.

La ragione principale per l’utilizzo del Gorilla Glass 3 è lo spessore: questa versione è più sottile rispetto alla 4 e alla 5, ed offre una resistenza comparabile, già sufficiente per proteggere la parte frontale da graffi e spaccature. Inoltre, le cornici arrotondate del display ed i particolari angoli a prova di caduta della scocca dovrebbero garantire un’ulteriore protezione al dispositivo, almeno secondo l’azienda.

LEGGI ANCHE: LG G6, la nostra anteprima

In realtà, questa spiegazione non convince fino in fondo, e ci pare comunque strano che LG non abbia voluto inserire un Gorilla Glass 5 anche sulla parte frontale, come invece ha fatto Samsung per il Note 7. Probabilmente questa scelta non inciderà sulle vendite o sull’attenzione mediatica riservata al dispositivo, ma è comunque una piccola “macchia” sull’ottima reputazione del nuovo top gamma.

Via: Android Authority