ASUS ZenFone 3 Deluxe supera tutti i test di resistenza, ma con un ma! (video)

Nicola Ligas

Scratch test, burn test e bend test. ASUS ZenFone 3 Deluxe se la cava piuttosto bene in tutti questi ambiti, ma ci sono comunque delle precisazioni da fare, che non permettono allo smartphone di aggiudicarsi una fantomatica medaglia d’oro in questa competizione.

Tutto piuttosto buono a livello di resistenza ai graffi: il vetro frontale è Gorilla Glass, e sempre in vetro sono coperti anche la fotocamera anteriore ed i relativi sensori, mentre la back cover è in metallo, e si sente (graffiandola). Tutto bene quindi, se non fosse per il profilo dello smartphone, che invece è rivestito da un abbondante strato di plastica. Di per sé non sarebbe un problema, peccato solo che ASUS pubblicizzi ZenFone 3 Deluxe come “all metal“, al punto da aver registrato il marchio “PureMetal”, che a quanto pare non significa davvero “puro metallo”, o quantomeno non “tutto”.

LEGGI LA RECENSIONE: ASUS ZenFone 3 Deluxe (foto e video)

Spostandoci al burn test, non c’è molto da segnalare: lo schermo recupera bene la bruciatura causata dall’accendino, ma in ogni caso l’esposizione al calore eccessivo può comunque rovinare lo smartphone in modi non percettibili, ad esempio eliminando eventuali rivestimenti oleofobici, quindi non è mai una buona idea avvicinarlo a fonti di calore nemmeno per breve tempo.

Il bend test infine, viene sì superato, ma i danni alla struttura ci sono e difficilmente possono essere sistemati senza la sostituzione di qualche componente. Tutto funziona, ma rispetto ad altri smartphone che non hanno fatto una piega, letteralmente, questo ZenFone 3 Deluxe si è piegato un po’ troppo. Va da sé che c’è anche chi si è proprio spezzato, il che è senz’altro peggio.