Honor Magic ufficiale: bellissimo, ma non come ci aspettavamo (foto e video)

Nicola Ligas -

Honor Magic è stato appena annunciato dalla sussidiaria di Huawei, e si presenta fin da subito come uno smartphone da tenere d’occhio, anche solo per il suo look davvero particolare, anche se non così tanto come sembrava dalle immagini circolate in rete nelle scorse settimane, che erano quindi dei fake.

  • Schermo: 5,09” QHD (1.440 x 2.560 pixel) AMOLED
  • CPU: Kirin 950 con GPU Mali T880-MP4
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 64 GB
  • Fotocamera posteriore: dual camera 12 megapixel, f/2.2, pixel da 1.4 um, dual tone LED flash
  • Fotocamera frontale: dual camera 8 megapixel, f/2.0
  • Connettività: dual SIM LTE, Wi-Fi 802,11 b/g/n/ac, Bluetooth 4.2, GPS
  • Dimensioni: 146,1 x 69,9 x 7,8 mm
  • Peso: 145 grammi
  • Batteria: 2.900 mAh
  • OS: Android Marshmallow con Honor Magic Live

Honor Magic non si distingue quindi tanto per essere “a tutto schermo” come Xiaomi Mi Mix, quanto per la sua forma a saponetta, ovvero con la parte frontale curva su tutti e quattro i lati, e con uno schermo che sembra davvero edge-to-edge, da parte a parte.

Il pulsante home funziona inoltre anche come back e multitasking, tramite doppio tap o swipe, ed ospita anche il lettore di impronte digitali. La batteria è inoltre “speciale”, nel senso che la sua composizione le consente di ricaricarsi del 70% in appena 20 minuti. Infine, per quanto riguarda le due fotocamere posteriori, si tratta di due sensori di cui uno in bianco e nero e l’altro a colori, un po’ come già visto negli smartphone Huawei realizzati in collaborazione con Leica.

Ci sono grosse novità anche lato software: anzitutto il sistema operativo dovrebbe essere una sorta di fork di Android, basato su Marshmallow; mai dettagli in merito sono scarsi per ora. Inoltre lo smartpone sembra puntare molto sull’automazione.

Ad esempio, la funzione WiseScreen combina un sensore nella cornice ed uno ad infrarossi nella fotocamera frontale, per riconoscere il proprietario dello smartphone qualora questo lo sollevi, sbloccando automaticamente l’interfaccia. Allo stesso modo, quando il telefono viene riposto, scatta il blocco automatico in meno di un secondo. Un’altra funzione simile, chiamata FaceCode Intelligent Recognition, mostra messaggi e notifiche solo a volti che siano stati precedentemente registrati, per la massima privacy.

Ci sono tante altre funzioni dotate di “intelligenza artificiale” nello smartphone; ad esempio, entrando in una stanza buia, potrebbe partire automaticamente la torcia per aiutarci a fare luce. Altre caratteristiche originali vedono l’opzione My Pocket, che con uno swipe up dal fondo dello schermo attiva i pulsanti salva e condividi, per articoli, video musica ed altri contenuti.

Honor ha fatto comunque tantissimi altri esempi, tra i quali lo smartphone che dovrebbe dare consigli in base alle cose di cui parliamo, suggerendoci gli ultimi blockbuster e il costo del biglietto se parliamo di film o siamo in prossimità di un cinema, oppure l’auto-switch in modalità alla guida se lo smartphone capisce che stiamo guidando. DeepThink sembra una versione corretta di Now on Tap, che propone informazioni in base alla pagina web che stiamo visitando, ma Honor Magic si spinge anche più in là, mostrandoci informazioni sul conducente del taxi sul quale ci troviamo, cosa che immaginiamo funzioni solo sotto precise condizioni.

Uscita e Prezzo

Honor Magic sarà disponibile solo in Cina, nelle colorazioni Golden Black e Porcelain White, al prezzo di 3.699 yuan, che sono circa 510€. Possiamo però praticamente escludere di vederlo sul nostro mercato, data anche la particolarità del sistema operativo.

Foto Credit: Fonearena

Via: SmartdroidFonte: Android Authority