Daydream supporterà anche Cardboard, tra un po’…

Nicola Ligas

Daydream è la nuova piattaforma di realtà virtuale di Google, che proprio ieri ha visto il suo lancio ufficiale, con l’arrivo dell’app omonima sul Play Store, assieme a tante altre, e con la disponibilità del visore nei negozi stranieri (in Italia non se ne parla al momento, dato anche che gli unici smartphone ufficialmente compatibili sono i Google Pixel, almeno per ora). Contrariamente a quanto potreste pensare però, Daydream e Cardboard sono due piattaforme diverse, al punto che l’una non è compatibile con l’altra, e viceversa.

Il problema principale al momento sembra risiedere nel controller, nel senso che l’app di Cardboard non lo riconosce e pertanto non è possibile interagirvi in alcun modo, dato che il visore Daydream non ha un magnete incorporato, come Cardboard.

LEGGI ANCHE: I requisiti di compatibilità di Daydream

Google ha però confermato di essere al lavoro per far funzionare Cardboard con Daydream View. Nelle prossime settimane sarà rilasciato un nuovo Google VR SDK con incluse delle API che permettano al controller Daydream di agire alla stregua del pulsante di Cardboard, rendendo così possibile usare la “vecchia” realtà virtuale di Google, con quella nuova.

Nel momento in cui Daydream View dovesse arrivare in Italia, questo scoglio sarà probabilmente già stato superato da tempo, anche perché, proprio al riguardo, non abbiamo alcuna indicazione temporale da parte di Google, tanto che rimangono ancora valide le precedenti informazioni che parlavano di un generico “2017”.

Fonte: Ausdroid