Brave Browser ridiventa Link Bubble ma resta anche Brave Browser, giusto per semplificare le cose

Nicola Ligas

In principio fu Link Bubble, un’app ideata da Chris Lacy, già sviluppatore di Action Launcher, che si proponeva di semplificare la vostra navigazione mobile caricando in background i link su cui cliccavate, e rendendoli disponibili solo al completamento del caricamento, segnalato tramite un apposito pulsantino fluttuante.

Link Bubble fu poi venduta e divenne Brave Browser, un browser il cui scopo era anche bloccare la pubblicità. Fate un salto nel futuro di circa 8 mesi, per arrivare fino ad oggi, e scoprirete che Brave Browser è ridiventato Link Bubble; ma non basta. È stata anche rilasciata un’app separata, chiamata Brave Browser: Fast AdBlock, che è sempre un browser ma basato sulle build standard di Chromium (al momento siamo alla 54), e privo delle funzioni di caricamento in background tramite pulsante fluttuante.

LEGGI ANCHE: La barra degli indirizzi finisce in basso negli ultimi Chrome Dev e Canary (foto e guida)

Tutto chiaro? Riassumiamo. Link Bubble, che era diventato Brave Browser, ridiventa ora Link Bubble, e rimane sempre la stessa applicazione nonostante il cambio di nome. Brave Browser è invece ora un semplice browser, basato su Chromium, con funzioni di ad-blocking, ma niente più. Chiaro ora? Benissimo: ecco allora i badge per Link Bubble (ex Brave Browser) e per il nuovo Brave Browser.

Google Play Badge

Google Play Badge

Via: Android Police