LG V20 messo alla prova in tanti test di resistenza, e focus sulla UX 5.0+ (video)

Nicola Ligas

Considerando la debacle di Galaxy Note 7, LG si starà forse mangiando i gomiti per non aver messo in vendita V20 anche in Europa (e noi con lei), ma purtroppo, a meno di non ricorrere alla cara importazione, dobbiamo osservare il suo interessantissimo top di gamma attraverso gli occhi altrui. Oggi vi proponiamo i consueti test di resistenza dello youtuber JerryRigEverything, ed un approfondimento sull’interfaccia dello smartphone realizzato da LG stessa.

Nei primi, LG V20 conferma di essere fatto di una buona pasta: nulla di particolare da segnalare sul fronte dei graffi sullo schermo, che avvengono come previsto a livello 6-7 della scala di Mohs; pulsanti e griglia dello speaker sono in metallo, il che è un plus non da tutti, così come la back cover, ma le due porzioni in alto ed in basso sono in plastica. Il vetro che protegge l’ampio corpo fotografico posteriore non è zaffiro, e con un certo livello di pressione si graffia, crepandosi perfino. Tutto bene per il burn test, e tutto bene anche per il bend test.

LEGGI ANCHE: LG non lancerà LG V20 in Europa

Riguardo il video sulla UI, si tratta in realtà di una versione ridotta del medesimo video che vi abbiamo mostrato al momento dell’annuncio, che LG ha deciso di pubblicare ieri. Non c’è quindi nulla di particolarmente nuovo, ma è un buon modo per ripassare le peculiarità dello smartphone, casomai vi fossero sfuggite.