Il nuovo indicatore della posizione di Google Maps non ci piace (aggiornato: è ufficiale)

Nicola Ligas -

Google Maps sta testando un nuovo indicatore per la posizione, che potrebbe andare a sostituire l’attuale pallino con freccia, che ci accompagna ormai da tempo (ma sinceramente speriamo di no). Come potete vedere dalle immagini in galleria infatti, questo nuovo segnaposto ha lo stesso cerchio blu centrale, seguito da un fascio di luce azzurra in trasparenza, che punta nella direzione dell’utente: bello forse a vedersi, ma poco intuitivo, soprattutto per un utente alle prime armi.

Sottolineiamo che si tratta di un A/B Testing, ovvero di una prova limitata ad un numero ristretto di utenti, che non è detto si faccia poi largo per tutti, pertanto non preoccupatevi se non doveste vedere questo nuovo indicatore, ed anzi rallegratevene.

LEGGI ANCHE: Google Maps annuncia il solo Wi-Fi

Venendo invece ad una piccola novità che doveste già trovare in Maps, andando su I tuoi contributi dovrebbe ora essere presente la nuova scheda modifiche, il cui elenco è visibile soltanto a ciascun utente, dove troverete elencate appunto tutte le informazioni modificate in base a vostre segnalazioni, ma ripetiamo che nessuno può sapere che siete stati voi a suggerire tali modifiche.

Come ci ricorda infatti Google: “se un luogo che conosci non è mostrato correttamente su Google Maps, cercalo e tocca ‘Suggerisci una modifica’, o ‘aggiungi luogo mancate'”, e così potrete apportare le opportune variazioni.

Aggiornamento 20/09/2016:

  • Google ha appena resto questo nuovo indicatore (che continua a non piacerci) ufficiale, specificando anche che il campo luminoso si allarga tanto più quanto più non è precisa la bussola del dispositivo in questione. Per ricalibrarla, è sufficiente eseguire un movimento ad 8, come illustrato dalle animazioni che trovate nella galleria qui sotto.

Via: Android Police