HTC Ocean: un misterioso incrocio tra HTC 10 e Google Pixel con dual camera e “Sense Touch”

Lorenzo Delli -

HTC Ocean – Il 4 ottobre verranno presentati i nuovi Google Pixel, smartphone ufficialmente prodotti da Google dietro cui però si potrebbe nascondere HTC. Nel frattempo il marchio taiwanese presenta HTC Desire 10 Lifestyle e Desire 10 Pro, due dispositivi caratterizzati da processori un po’ sottotono (il Lifestyle ha addirittura lo Snapdragon 400 del 2013) il secondo dei quali non arriverà mai in Italia.

In tutto questo, un designer di HTC, tale Danelle Vermeulen, ha di recente pubblicato sul suo sito personale un concept, sempre che non si tratti in realtà di qualcosa di concreto, davvero interessante riguardante un misterioso nuovo dispositivo denominato HTC Ocean.

LEGGI ANCHE: Evento Made by Google il 4 ottobre: smartphone Pixel, visore Daydream, Google Home e… (video)

HTC Ocean, che potrebbe anche rivelarsi essere HTC 11 (essendoci rumor su Samsung Galaxy S8 e Huawei P10 non ci sarebbe da sorprendersi poi più di tanto), sembrerebbe, almeno da quanto mostrato dal designer, una sorta di incrocio tra HTC 10 e i nuovi Google Pixel, non ancora svelati ma già visti in diversi scatti fotografici e render, con quel qualcosa in più che lo potrebbe distinguere sia dai nuovi smartphone di Google che dalla concorrenza.

Nella parte posteriore troviamo una dual camera, una caratteristica che oramai troviamo su sempre più dispositivi mobili, ma la vera novità sarebbe da ricercarsi nella così detta Sense Touch. Non si tratta di una semplice evoluzione della Sense, bensì di una novità che coinvolgerebbe la struttura fisica dello smartphone stesso. HTC Ocean sarebbe infatti dotato di aree della cornice sensibili al tocco, in grado quindi di percepire eventuali controlli con tap o swipe da parte dell’utente.

HTC Ocean - 6
Niente bilanciere del volume: al suo posto una cornice sensibile al tocco.

Il filmato presente sul sito web del designer, che non abbiamo potuto condividere qui a causa di restrizioni imposte dallo stesso autore (lo potete comunque guardare da qui), mostra ad esempio tap sulla cornice destra per avviare l’assistente vocale di Google, uno swipe sullo stesso punto per cambiare il volume o magari sempre uno scorrimento su una delle due parti della cornice per regolare l’esposizione o il fuoco durante l’utilizzo delle doppie fotocamere. Addirittura alcune di queste zone si illuminerebbero per segnalare le interazioni con l’assistente di Google.

Da notare che, proprio a causa probabilmente di queste cornici sensibili al tocco, HTC Ocean è sprovvisto di bilanciere del volume e di tasto di spegnimento/accensione. Inutile ricordarvi che potrebbe trattarsi di un concept ben lontano dalla realtà e che quindi potrebbe anche non vedere mai la luce. Visti i problemi di HTC però, un tentativo di innovazione simile unito alla qualità costruttiva e al software degli smartphone HTC potrebbe in parte risollevare le sorti dell’azienda.

HTC Ocean | HTC 11 | Immagini

Via: AndroidCentralFonte: Danelle Vermeulen