Android Studio 2.2: analizzatore di APK, editor di layout, sensori nell’emulatore e altro

Nicola Ligas

Google annuncia quest’oggi un’importante nuova versione di Android Studio, che si aggiorna alla versione 2.2 con diverse novità di rilievo.

  • Layout Editor: nuovo designer per l’interfaccia utente, più semplice e potente.
  • Constraint Layout: un nuovo e flessibile layout manager, perfetto per l’editor di cui sopra, per creare interfacce dinamiche, retro compatibile fino alle API 9 (Gingerbread).
  • Migliorato il supporto C++: è possibile usare CMake o ndk-build per compilare progetti C++ in Gradle, ed il supporto C++ è stato aggiunto anche al nuovo project wizard in Android Studio.
  • Samples Browser: è più facile trovare codici sorgente di esempio con il nuovo browser dedicato.
  • Miglioramenti per instant Run: molti miglioramenti di stabilità rendono instant run ancora più affidabile ed il vero tassello del futuro sviluppo su Android. Se lo aveste disabilitato, andate in Settings → Build, Execution, Deployment → Instant Run [Windows/Linux] , Preferences → Build, Execution, Deployment → Instant Run [OS X], e riattivatelo per verificarlo.
  • APK Analyzer: ispezionate facilmente il contenuto degli APK e comparatene facilmente due iterazioni diverse.
  • Build cache (sperimentale): la nuova build cache ha lo scopo di aumentare la velocità del processo di compilazione. È sufficiente aggiungere android.enableBuildCache=true al file gradle.properties per abilitarla.
  • Sensori virtuali nell’emulatore: con questi nuovi controlli potrete testare accelerometro, termometro, magnetometro e altri sensori “virtuali”.
  • Espresso Test Recorder (Beta): create facilmente UI test registrando le interazioni con la vostra app.
  • GPU Debugger (Beta): potete catturare uno stream di comandi OpenGL ES sul vostro Android e poi replicarlo in Android Studio per analizzarlo.

Se siete quindi già utenti di Android Studio, potete andare nel menu Help → Check for Update [Windows/Linux] , Android Studio → Check for Updates [OS X], e verificare la presenza della versione 2.2. In alternativa potete scaricare il pacchetto completo dal sito ufficiale. Trovate ulteriori informazioni nel link alla fonte e nel video qui sotto.

Fonte: Android Developers