Come giocare a Pokémon GO su dispositivi con root grazie a Magisk

Lorenzo Delli

Se giocate più o meno attivamente a Pokémon GO e sul vostro dispositivo Android avete i permessi di root, avrete oramai scoperto che con l’ultimo aggiornamento, ovvero quello introdotto con la versione 0.37.0, non è più possibile giocare. Pokémon GO rivelerà infatti automaticamente la presenza dei permessi di root impedendovi l’accesso. I tentativi iniziali degli utenti per aggirare il limite si sono rivelati piuttosto inutili (RootCloak ad esempio non funziona).

I colleghi di AndroidPolice hanno realizzato una guida che vi permette, grazie all’utilizzo di una mod sviluppata da un utente di XDA, di disabilitare i permessi di root momentaneamente e di giocare in tutta tranquillità. La mod in questione è diventata famosa anche grazie ad Android Pay, visto che gli utenti dotati di dispositivi di root hanno in sostanza gli stessi problemi. I passaggi che trovate qui di seguito sono tradotti dalla guida originale. Se masticate l’inglese vi consigliamo di dare un’occhiata anche alla versione ufficiale.

AndroidWorld.it non si assume la responsabilità di eventuali problemi derivanti dall’utilizzo di questa guida

L’unico prerequisito per l’utilizzo della guida che trovate qui di seguito è avere il bootloader sbloccato. I primi passi consistono nella rimozione dei permessi di root e, nel caso sia installato, anche di Xposed.

  1. Rimuoviamo per prima cosa i permessi di root. Recatevi in SuperSU, Impostazioni, sezione Cleanup e scegliete la voce “Full unroot“. Tra i pop up che spunteranno a seguito di questa scelta selezionate “Restore the stock boot image” ma nonRestore the  stock recover image“. A questo punto il dispositivo si riavvierà e i permessi di root non dovrebbero essere più attivi.
  2. Per rimuovere Xposed, recatevi nell’apposita sezione del sito di Xposed per il download dell’uninstaller (la trovate a questo link), selezionate e scaricate quella che fa al caso vostro. Per flashare l’unistaller dovrete sfruttare la vostra recovery custom. Una volta entrati nel bootloader, selezionate Recovery grazie ai pulsanti del volume ed entrateci; cercate poi la voce Install, navigate fino alla vostra cartella Download e flashate l’unistaller. Dopo cliccate anche “Wipe cache/dalvik” e riavviate il sistema.
  3. Adesso recatevi nel thread XDA di Magisk, scaricate Magisk (potete scaricarlo direttamente da qui) e flashate Magisk-v6.zip da recovery, con i medesimi passaggi illustrati prima. Adesso dovrete anche riprendere i permessi di root, ma per farlo vi servirà una versione speciale di phh’s SuperUser 17 sempre di Magisk (scaricatela a questo link), e flashatela come al solito dalla vostra custom recovery. Dopo di che installate phh’s SuperUser direttamente dal Play Store.
  4. Non vi rimane che installare Magisk Manager v1.2 (da questo link) e, nel caso vogliate anche Xposed, scaricare Material Design Xposed Installer, recarvi nel tab Systemless e scaricare la versione v86.5.
  5. Praticamente ci siamo, adesso, sempre che tutto vi funzioni a dovere, è sufficiente recarvi su Magisk Manager e disattivare il root grazie all’apposito toggle. Quando non dovrete giocare potrete tranquillamente riattivarlo utilizzando il solito toggle.

Magisk Manager Root Screenshot

Fonte: AndroidPolice