Risolte due vulnerabilità critiche con l’ultimo aggiornamento di sicurezza per Android

Vezio Ceniccola

Gli sviluppatori di Mountain View, dopo il rilascio della nuova versione di Android, sono sempre a lavoro sui problemi di sicurezza del loro sistema operativo mobile, e anche le ultime patch di sicurezza non hanno fatto eccezione.

Tra i tanti bug scovati, ce n’erano due in particolare, che eventuali malintenzionati avrebbero potuto sfruttare per addentrarsi nei dispositivi degli utenti. La prima falla, creata per “scopi di ricerca”, sarebbe diventata nociva solo se modificata e sarebbe comunque stata difficile da scovare per gli hacker. La seconda, invece, simile al noto malware Stagefright, era più semplice da mettere in pratica, perché sarebbe bastato inviare un’immagine JPEG via Gmail o Google Talk (sì, proprio lui) per infettare il dispositivo, e probabilmente avrebbe trovato facile diffusione.

LEGGI ANCHE: Una dimenticanza aveva esposto il Nexus 5X ad una grave falla di sicurezza

Oltre a questi importanti cambiamenti, Google ha eliminato dal Play Store due app contenti malware, CallJam e DressCode, che rubavano credito agli ignari utilizzatori chiamando numeri a pagamento ed erano anche capaci di compromettere le reti locali.

Sperando che la battaglia contro i malware continui con sempre più efficacia, è strano notare come ancora oggi si riescano a trovare tante app nocive sullo store ufficiale di Android. A voi è mai capitato di scaricarne una?

Via: EngadgetFonte: Google