Il fondatore di Project Ara ora sviluppa cover modulari

Andrea Centorrino

La chiusura di Project Ara ha destato stupore in molti, ma a quanti attendevano uno smartphone modulare, farà piacere sapere che il fondatore del progetto, Dan Makoski, non ha gettato la spugna, anche se per il momento si occuperà di cover modulari per smartphone.

Makoski infatti ora lavora per Nexpaq, una società specializzata nella creazione di cover per i maggiori smartphone (al momento iPhone 6 e Galaxy S6) che accettino moduli accessori: grazie ad essi sarà possibile aggiungere puntatori laser, etilometri,lettori SD, batterie aggiuntive, ed altro.

LEGGI ANCHE: THOR potrebbe essere lo smartphone modulare dei vostri sogni

Nonostante abbia creduto e si sia impegnato a fondo nel progetto, Makoski non critica la scelta di Rick Osterloh (capo della divisione hardware di Google ATAP) di chiuderlo: dal canto suo, continuerà a perseguire la strada della modularità fintanto che ci saranno utenti interessati.

Fonte: Android Police