Lenovo Moto E3 ufficiale: arriverà a settembre e forse non perderete il sonno nell’attesa

Nicola Ligas -

Lenovo ha annunciato il terzo smartphone della serie Moto E, che finora avevamo indicato con Moto E (2016), ma che l’azienda pare intenzionata a chiamare Moto E3, lasciando sempre fuori il suffisso Motorola, che sembra avviato ormai sul viale del tramonto. Ecco quindi il nuovo Moto E3, che in effetti sembra davvero il gemello del Vibe C2.

Moto E3: caratteristiche tecniche

  • Schermo: 5” HD (720 x 1.280 pixel) IPS
  • CPU: quad-core (probabilmente MediaTek MT6735P)
  • RAM: 1 GB (da confermare)
  • Memoria interna: 8 / 16 GB espandibile (con microSD fino a 32 GB)
  • Fotocamera posteriore: 8 megapixel con LED flash
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel
  • Connettività: dual micro SIM, LTE, Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.0 LE, GPS
  • Batteria: 2.800 mAh
  • OS: Android 6.0 Marshmallow

Lenovo non specifica né processore, né RAM, ma vista appunto la parentela con Vibe C2, ed il prezzo, non nutriamo troppi dubbi sull’impiego di una CPU MediaTek, accompagnata da un solo gigabyte di RAM. La batteria in compenso guadagna 50 mAh rispetto al già citato C2, ma difficilmente la differenza si farà sentire.

Moto E avrà inoltre un “built-in smudge-resistant screen protector,” qualunque cosa significhi di preciso, ed è facile pensare che, come i vecchi modelli, resisterà agli spruzzi. Il design invece attinge in parte dai nuovi Moto G, e non riserva particolari sorprese.

Moto E3: uscita e prezzo

Moto E3 sarà disponibile da settembre sul mercato inglese a 99£. Al momento la conversione in euro è di 118€, ma ci aspettiamo che si possa arrivare fino a 129€, cifra che in fondo sarebbe anche in linea col passato. Vi faremo comunque sapere non appena ci sarà il comunicato ufficiale per l’Italia; nel frattempo potete dare un’occhiata allo smartphone di Motorola Lenovo con le immagini qui sotto.

Aggiornamento 02/09/2016:

  • Lenovo ha confermato che Moto E3 non è al momento previsto per il mercato italiano. Le cose potrebbero cambiare nei mesi successivi, magari in vista della pausa natalizia, ma per il momento non dobbiamo aspettarci il nuovo piccolo della casa.
Via: The Verge