Far girare app Windows su Chrome OS col Play Store è “wow”: la nostra prova di CrossOver (video)

Nicola Ligas -

Avevamo annunciato qualche settimana fa l’arrivo di CrossOver per Android, che proprio da poche ore è disponibile, in beta privata, sul Play Store Android (potete chiedere l’adesione qui). Al momento la sua compatibilità è limitata in pratica ai soli Chromebook compatibili col Play Store, ed ai tablet Android con chip Intel, e poi, speriamo, a tutti gli altri.

Noi lo abbiamo quindi provato sul Chromebook R 11 su cui già abbiamo testato il Play Store (qui trovate la nostra prova). E come funziona? Installazione e configurazione sono semplici, e di suo avrete un sistema base con shell di Windows, blocco note e file manager, mentre i programmi che dovrebbero funzionare al momento sono pochissimi: WinZip, Office (ma non abbiamo avuto modo di verificarlo) e Steam (che invece non si è mai installato, nonostante numerosi tentativi). Il punto è che già così, vedere un ambiente Windows su Chrome OS fa un certo effetto.

LEGGI ANCHE: Il Play Store Android in beta su Chrome OS

Non possiamo quindi che fare i nostri migliori auguri agli sviluppatori di CrossOver affinché sappiano vincere tutti i problemi di compatibilità (c’è da dire che il Chromebook di Acer non è una particolare scheggia, e probabilmente accusa il colpo), e continueremo senz’altro a seguire da vicino questo progetto, che ha il potenziale per rendere ancora più utili i Chromebook nei mesi ed anni a venire, per non parlare degli altri Android compatibili.