10 (+1) cose che puoi fare con l’USB OTG

Emanuele Cisotti -

L’USB OTG è una tecnologia molto interessante che in pratica permette di utilizzare dispositivi esterni con il proprio smartphone e tablet tramite un adattatore (o anche direttamente quando supportato). Quando si pensa all’USB OTG si pensa sicuramente al collegare una chiavetta USB allo smartphone, ma cos’altro si può fare utilizzando un semplice adattatore OTG?

Ah, il bellissimo adattatore a forma di Android che vede nelle immagini successive lo potete acquistare su Amazon.

1. Collegare chiavette USB

Chiavetta OTG - 2

A scanso di equivoci e per tutti quelli che non leggono mai le introduzioni è possibile collegare al proprio smartphone o tablet una chiavetta USB per accedere ai dati presenti su questa chiavetta o per spostare al suo interno altri file.

2. Connettere hard disk

Potete anche fare uno step successivo e collegare al vostro dispositivo un hard disk. L’importante è che non necessiti di troppa energia (per esempio non vanno sicuramente bene quegli hard disk portatili con due connessioni USB, a meno di non collegarne una ad una fonte diversa) oppure che abbiano una loro alimentazione a muro separata.

3. Collegare una tastiera o un mouse

Potete senza problemi collegare una tastiera o un mouse al vostro terminale. Ovviamente se questi supportano il Bluetooth può essere più conveniente utilizzare quella tecnologia, ma considerando il numero di mouse e tastiere con cavo in circolazione (e ormai inutilizzate) perché non riciclarle e far sì che possano aiutarci nell’utilizzo dello smartphone?

4. Giocare con un controller

Controller OTG - 3

Per fare un esempio il controller dell’Xbox 360 cablato è probabilmente la scelta migliore (per questo costa ancora tanto). Ci sono comunque online varie guide per collegare altri controller, ma anche quello delle PlayStation 3 dovrebbe funzionare senza grossi problemi (fateci sapere nei commenti).

5. Suonare il piano

Android supporta di default le connessioni MIDI e potete quindi utilizzare un tastiera digitale USB per suonare il pianoforte (o un sintetizzatore eventualmente) utilizzando il vostro smartphone come ricevitore. Fra le app che mostrano una palese compatibilitĂ  con le tastiere USB segnaliamo Grand Piano Pro.

6. Caricare un altro smartphone

Ricarica OTG - 1

Potete utilizzare il vostro adattatore per caricare (con il suo cavo) un altro smartphone, che non necessariamente deve essere compatibile con OTG. Ma non solo: niente vi vieta per esempio di caricare una GoPro, uno smartwatch o, per assurdo, un powerbank.

7. Registrare con un microfono esterno

Ci sono in commercio ormai un gran numero di microfoni esterni USB e grazie all’USB OTG potrete sfruttarli per registrare i vostri podcast o magari l’idea per un nuovo brano, direttamente dallo smartphone. Fra le app che suggeriamo che supportano l’USB c’è USB Audio Recorder Pro.

8. Collegarsi via ethernet

ethernet otg

Chi lavora molto in giro per il mondo sa che le connessioni wireless non sono ancora una realtĂ  del tutto affidabile (anche in Europa, senza dover scomodare il terzo mondo). Per questo potrebbe servirvi un connettore ethernet (ce ne sono anche direttamente microUSB) per connettervi ad internet (magari ad alta velocitĂ ) ovunque.

9. Stampare

Ebbene sì, nonostante l’avvento delle stampanti wireless e della stampa integrata in Android, può ancora succedere che vi possa servire collegarvi ad una stampante USB. Pensate magari di poter stampare fatture o ricevute con una piccola stampante USB che portate con voi. A fare “la magia” qui è l’app PrinterShare, anche se ovviamente è impossibile garantire a prescindere che possa funzionare con tutte le stampanti in commercio.

10. Importare foto dalla fotocamera

La quasi totalitĂ  delle fotocamere supporta il download di foto direttamente dalla stessa utilizzando un cavo (invece di rimuovere la scheda SD ogni volta). In questo caso la galleria del vostro telefono riconoscerĂ  la fotocamera. Nel caso non dovesse succedere vi basterĂ  usare una delle molte app presenti nel Play Store (fra tutte anche Google Foto).

11. Collegare qualsiasi oggetto USB

Pensateci bene: se probabilmente non avevate pensato ad una di queste soluzioni sopra è solo perché ad oggi non vi eravate sforzati di pensare a quali dispositivi in commercio ci siano. Ma se ci riflettete vedrete che ormai sono tantissimi i gadget USB, che magari pensavate di alimentare con un PC o un powerbank. E invece niente di vieta di utilizzare il vostro ventilatore USB o la vostra torcia (sempre USB) sfruttando l’USB OTG del vostro smartphone.