Google Assistant potrebbe essere solo in inglese e tedesco: e chi l’avrebbe mai detto?

Nicola Ligas

Speravate che Google Assistant sarebbe stato in italiano fin da subito? Ripensateci, perché (oltre alla logica) adesso abbiamo anche qualche prova concreta che non sarà così. (No, sul serio, qualcuno di voi ci sperava davvero?)

Nell’apk dell’app Google 6.3, sono infatti state trovate delle stringhe molto significative, ed affatto ben auguranti per noi. Date un’occhiata!

In order to access your Google assistant, choose English or Deutsch (Deutschland) in the Search Language section of Google App Settings.
For now, the Google assistant is only in English and Deutsch
CHANGE LANGUAGE
%s is not yet supported by Google assistant

In pratica, per accedere al Google Assistant, dovremo scegliere inglese o tedesco come lingua, ed a meno che le cose non cambino prima del lancio, queste saranno le alternative presenti. E siamo sinceri: già il fatto che ci sia un secondo idioma oltre l’inglese è un passo avanti. Google Assistant si basa ancor più di Google Now sull’interpretazione del linguaggio naturale, e già quest’ultimo in italiano non è ancora adesso paragonabile alla versione inglese, figuriamoci come potrebbe essere la sua “evoluzione”!

Sia chiaro che speriamo che il lancio di Google Assistant, cui sono strettamente collegati anche Google Home e Allo, sia proprio la molla che serviva per dare vigore a lingue che non siano solo l’inglese, ma per adesso le prove remano contro le speranze, che per fortuna restano sempre le ultime a morire.

A parte queste considerazioni, segnaliamo anche che, sempre in base all’app Google 6.3, Google Assistant si avvierà con una pressione prolungata sul tasto home, gesture che adesso richiama Now on Tap. Essendo Assistant un po’ la summa di tutti gli assistenti Google, è quasi naturale che lo si avvii così; poi potremo probabilmente passare da Google Now a Now on Tap con la pressione della relativa icona.

Ancor più interessanti sono le azioni definite dagli utenti, ovvero sembra che potremo creare noi nuovi comandi vocali, ed insegnare al sistema quali reazioni avere in seguito ad essi. Abbiamo solo alcune stringhe di esempio, che non ci permettono di capire a pieno i limiti di questa funzionalità, che potenzialmente sembra molto interessante, ma che al momento è incompleta e non attivabile.

Add a response
Add a trigger
Add a voice action

When I say
You should say
You should do

Add new action
Another response
Another way to say it

Segnaliamo infine che la funzione di traduzione di Now on Tap ha già da ora un nuovo modo per essere richiamata: tramite il menu dell’app stessa, con il quale potremo forzare la traduzione dell’immagine inquadrata, come mostrano gli screenshot seguenti (finora dovevamo sperare che l’app capisse da sola che c’era qualcosa da tradurre).

Fonte: Android Police