Ecco come funziona il sistema di raffreddamento di Galaxy S7 / S7 edge: liquido, ma anche vaporoso

Nicola Ligas -

Un recente teardown di Galaxy S7, che vi riproponiamo qui sotto, ha mostrato agli occhi del mondo l’interno del top di gamma Samsung, ed in particolare il suo sistema di raffreddamento a liquido… che tanto liquido non è. Il punto è che il meccanismo di funzionamento è un po’ più complesso di come il nome lascerebbe pensare, ed anche più affascinante a dirla tutta.

Samsung lo descrive infatti come un “diffusore di calore,” che poi non è un termine così scorretto. C’è infatti del liquido coinvolto (acqua o glicole etilenico), che quando esposto al calore generato dal SoC di sistema diventa vapore, che viene poi diffuso verso un condensatore dove poi ritorna in forma liquida e da lì procedete nuovamente all’evaporatore. È un po’ come un ciclo dell’acqua in miniatura.

LEGGI ANCHE: Galaxy S7, iPhone 6s e molto altro nel nuovo volantino MediaWorld

Si tratta in pratica di una heat pipe, con lo scopo di assicurare una diffusione più uniforme del calore, e di contenerne quindi i picchi. Che sia un misura cautelativa nei confronti di Qualcomm o meno, male non fa di certo. Qui sotto potete vederne la struttura, e sotto una piccola illustrazione che ne spiega il funzionamento.

Via: SamMobileFonte: Celsia