Chrome Sync e un logo di Facebook: i misteri dell’apk di Play Services

Lorenzo Quiroli

Ieri vi abbiamo parlato di Android@Home, Nearby e altre possibili novità le cui tracce sono sparse all’interno dell’apk di Play Services, mentre oggi concludiamo con la seconda parte, un po’ più misteriosa della prima.

La prima riguarda Chrome Sync, ossia il componente che si occupa della sincronizzazione di schede, pagine, preferiti e altro in Chrome, che potrebbe presto trovare un nuovo tetto sotto Play Services. Potrebbe non esserci una particolare ragione per questo se non il fatto che Google sta rendendo completamente open-source Chrome e spostare questo pezzo in Play Services costituirebbe un ulteriore passo in questa direzione.

com.google.android.gms.chromesync.ui.CustomPassphraseDialog” android:process=”com.google.android.gms.ui” android:theme=”@style/ChromeSync.Dialog”/>

com.google.android.gms.chromesync.sync.SyncContentProvider” android:syncable=”true”/>
com.google.android.gms.auth.api.credentials.be.persistence.TemporaryValueProvider” android:syncable=”false”/>
com.google.android.gms.chromesync.persistence.ContentProvider” android:permission=”com.google.android.gms.chromesync.permission.CONTENT_PROVIDER_ACCESS”/>
com.google.android.gms.common.stats.net.contentprovider.NetworkUsageContentProvider“/>

com.google.android.gms.chromesync.service.ChromeSyncOperationService“>
com.google.android.gms.chromesync.sync.SyncReceiverService“/>
com.google.android.gms.chromesync.sync.SyncService“>
com.google.android.gms.chromesync.service.ChromeSyncApiService“>

com.google.android.gms.chromesync.permission.CONTENT_PROVIDER_ACCESS” android:protectionLevel=”signature”/>
com.google.android.gms.chromesync.permission.CONTENT_PROVIDER_ACCESS“/>

Continue
” Your existing passwords for “%1$s were encrypted with your passphrase. If you have forgotten your passphrase, stop and reset sync via <a href=%2$s>Google Dashboard</a>”. “
ChromeSync passphrase
Enter passphrase
Wrong passphrase
ChromeSync
com.google.android.gms.chromesync

Passiamo poi a Project Sidewinder. Non c’è molto da dire al riguardo, basta vedere quest’immagine contenuta nell’apk:

google play cina

Il riferimento è chiaro: Google Play arriverà in Cina? Sarebbe una mossa sensata, soprattutto perché il divario di guadagni tra App Store e Google Play sta aumentando proprio a causa del territorio cinese, una buona fetta del totale della popolazione mondiale.

Abbiamo già parlato poi di un Play Store sempre più a misura di bambini e forse tutto Android potrebbe diventarlo. I genitori potranno impostare un orario in cui il figlio dovrà andare a letto e lo sfondo del lockscreen cambierà per avvisarlo, con anche la scritta “Tempo di andare a letto”. Ecco la modalità giorno e notte:

google play bambini

Concludiamo poi con il logo di Facebook, presente come immagine e in alcune stringhe che puntano all’autenticazione:

auth_signin_idp_color_aol“>#ffff8112
auth_signin_idp_color_facebook“>#ff3b5998
auth_signin_idp_color_google“>#ff4285f4
auth_signin_idp_color_linkedin“>#ff1f88bd
auth_signin_idp_color_microsoft“>#ff004185
auth_signin_idp_color_paypal“>#ff008de0
auth_signin_idp_color_yahoo“>#ff4002af

Possibile che Google offra la possibilità di fare il login con l’account di un concorrente? Sembra improbabile e l’ipotesi più plausibile è che queste aziende stiano lavorando insieme per il futuro del login, anche se le informazioni al riguardo sono davvero poche.

Fonte: AndroidPolice