Lollipop non richiede i permessi di root per registrare lo schermo di Android (foto)

Nicola Ligas -

registrare lo schermo android lollipop - 00001

Con il mestiere che facciamo ci capita spessissimo di voler registrare lo schermo di un dispositivo Android, ma purtroppo finora questa funzione è stata appannaggio dei dispositivi con i permessi di root, salvo modifiche dei vari produttori. Per fortuna le cose cambiano con Lollipop, che introduce la possibilità di registrare lo schermo di Android per tutte le app, un po’ come successo a suo tempo con gli screenshot, che inizialmente non erano così facili da catturare.

LEGGI ANCHE: Come registrare lo schermo in Android

Si tratta in realtà dell’estensione di una funzionalità già introdotta in Android 4.4, che prevedeva però di passare per adb, mentre con Android 5.0 sono arrivate proprio delle API per lo screen recording, che non richiedono permessi di root. Non preoccupatevi comunque: qualora un’app cercasse di registrare lo schermo comparirà sempre un pop-up per richiedere il consenso dell’utente, quindi non dovrete preoccuparvi di essere spiati a vostra insaputa. L’audio interno non sarà inoltre catturato, ma le varie app potranno sempre sfruttare il microfono per registrare l’audio ambientale.

Qualora voleste subito provare questa novità, sul Play Store trovate già qualche app atta allo scopo, come ilos Screen Recorder o Lollipop Screen Recorder, anche se siamo ancora ben lontani dalla perfezione (con la seconda in particolare). Del resto si tratta di una novità che in pochissimi potranno già sfruttare, quindi diamo tempo al tempo e salutiamo l’alba dello screen recording per tutti su Android.

Via: Android Police