Le novità nascoste di Play Services: backup completo e molte altre novità in arrivo?

Lorenzo Quiroli -

Abbiamo parlato più volte di Google Play Services e dell’importanza che esso riveste per il robottino verde e forse presto potremo averne un’ennesima prova visto che si profilano grandi novità nel suo futuro.

La scorsa settimana Play Services ha ricevuto un aggiornamento alla versione 6.1: nulla di eclatante, ma l’apk conteneva molte nuove stringhe che ci forniscono una indicazione delle future funzionalità che potrebbero essere introdotte.

LEGGI ANCHE: Play Services si aggiorna con novità per Fit e Drive

Premettiamo subito che per quanto questo tipo di indicazione solitamente si riveli affidabile, nulla è definitivo fino a quando non è ufficiale, dunque dovremo aspettare prima di gioire.

Backup Android – Richiesta da molti, già da molto tempo, un vero e proprio sistema di backup sarebbe davvero comodo, ed è incredibile che nel 2014 il robottino verde ne sia ancora sprovvisto:

Back up your device to Google so you can easily restore apps, app data, system settings and Wi‑Fi passwords.
Backup your apps and data” to Google Drive so you can easily restore a device. Data includes apps, app data, system settings and Wi‑Fi passwords. Backups won’t affect your storage limit.”
Data includes apps, app settings, system settings, and Wi‑Fi passwords.
Backup & restore

Leggendo queste stringhe potete identificare alcuni dettaglio sul funzionamento:

  • Il backup sarà effettuato su Google Drive ma non occuperà il vostro spazio disponibile
  • Il backup includerà app, dati delle app, impostazioni di sistema e password del Wi-Fi

Trasferimento dati da dispositivo a dispositivo – Un’altra delle novità più interessanti riguarda una sorta di Motorola Migrate made in Google, che alcuni di voi si ricorderanno in relazione ad Android Silver. In pratica si sfrutterà l’NFC o forse anche il Bluetooth per accoppiare due smartphone e si trasferiranno i propri account, le app e i dati delle app.

com.google.android.gms.auth.confirm
Credentials State
Bluetooth will be used.
Your device will lock itself and must be unlocked again to continue.
Cannot Tap and Restore because there are no accounts on this device.
Cannot Tap and Restore because Bluetooth is not available on your device.
” A new “^1 was set up on ^2” using this device, including an attempt to transfer the following Google accounts:

^3
New device setup completed
Copying data to your new device…
Copy accounts and data from this device?
Cannot Tap and Restore from a restricted user profile.
Restore Accounts
Unknown Device
Adding accounts…
Connecting to your other device…
Connection lost
”Quickly copy any Google accounts, backed up apps and data from your existing Android device. To copy:

1. Make sure your other device is on and unlocked.

2. Briefly place the two devices back-to-back, then set aside.”
”This feature uses NFC to transfer account data. If your other device supports NFC, make sure it’s turned on under Settings > Wireless & networks > More.”
Got it
Learn more
”Not working? Let’s just skip instead.”
Skip
Sorry, something went wrong
To continue, touch OK on your other device
Tap & Go
Try Again
Unlock your other device
Copying accounts and data…

Autenticazione – L’autenticazione in due passi non è perfettamente integrata in Android, ma in futuro potrebbe esserlo: Google, come annunciato durante l’I/O, si sta focalizzando sulla sicurezza e grazie a Play Services eviterà che il nostro account venga rubato. Se ad esempio qualcuno provasse a fare il login al nostro account da un device sconosciuto, allora vedremmo apparire sugli altri in cui siamo loggati una richiesta che ci chiede di confermare l’accesso.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità di Android L

Easy unlock – Non è una vera e propria sorpresa questa: sapevamo che sarebbe arrivato dato che se ne parlò sul palco del Google I/O: quando saremo vicini ad un PC Chrome OS o ad uno smartwatch Android Wear (ma sembra anche utilizzabile con altri dispositivi Bluetooth), non ci sarà bisogno di inserire una combinazione di sblocco.

Pubblicità in calendario e galleria – Sebbene il titolo possa preoccupare, non sembra essere nulla di grave. Immaginatevi la pubblicità di un concerto su Google: siete interessati, dunque essa aggiungerà l’evento al vostro calendario, ma solo dopo avervi richieste il permesso esplicitamente.

Nearby – In passato abbiamo parlato di Nearby, il futuro meccanismo di condivisione della propria posizione, che a questo punto sembra essere in dirittura d’arrivo ormai. Ci sarà anche un uso di questa funzionalità nei giochi, per poter sfidare amici nella nostra stessa stanza velocemente.

LEGGI ANCHE: Nearby, la futura condivisione della posizione su Google

Nearby
Allow players nearby to find you
Searching for players nearby …
Nearby Players is off
Nearby Players is on
Whenever you search for players nearby, Google Play Games will temporarily turn on and use the following technologies to find players: Your location, microphone, speaker, Wi-Fi and Bluetooth. Learn more”.

When Nearby Players is turned on, other players of this game who are nearby can search for and see your name and picture while you are searching.”
Nearby Players
Nearby players: Off
Nearby players: On
Searching for players nearby…
Players near you
Find nearby players
Launch Copresence Debug

Altro – Integrazione di Hangouts per i negozi su Google Maps, suggerimenti per le pagine di aiuto, riferimenti ad Android Auto e alla condivisione temporanea della posizione. C’è un po’ di tutto in questo apk di Google Play Services e speriamo che molte delle novità di cui vi abbiamo parlato oggi diventino presto realtà; vi lasciamo infine con un po’ di immancabile humor da parte degli ingegneri di BigG.

” Player: “%1$s. %2$s. %3$s. %4$s. %5$s. %6$s. %7$s
” Player “%1$s %2$s
” Game: “%1$s. %2$s. %3$s. Last Saved: %4$s. Duration: %5$s. %6$s

 

Fonte: AndroidPolice