Samsung vorrebbe smettere di pagare royalty a Microsoft dopo l'acquisizione di Nokia

Samsung vorrebbe smettere di pagare royalty a Microsoft dopo l'acquisizione di Nokia
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Dicendovi che Microsoft trae profitto dalla vendita di buona parte dei dispositivi Android, non stiamo probabilmente affermando niente che non abbiate già sentito: l'azienda di Redmond ha stretto "accordi" da anni con la maggior parte dei produttori Android, tra cui sua maestà Samsung, i quali versano cospicue royalty nelle sue casse. Peccato però che Samsung sembra si sarebbe ormai stanca di pagare il fio.

LEGGI ANCHEEcco i 127 brevetti con cui Microsoft tiene in scacco i produttori Android

L'acquisizione di Nokia, secondo i coreani, invaliderebbe l'accordo di cross-licenza in vigore con Samsung, dato che Microsoft ora ha una sua divisione hardware mobile.

Microsoft, dal canto suo, pensa che tutto questo sia solo una scusa, e che la ragione delle pretese di Samsung sia solo il successo di quest'ultima, che negli ultimi anni è stato superiore ad ogni aspettativa. Per questo motivo, l'azienda di Redmond ha richiesto che sia una corte a decidere in merito, sicura che i termini dell'accordo siano dalla sua parte.

Samsung non ha invece avanzato al tribunale la medesima richiesta, e sta ancora valutando come procedere. Certo è che se l'azienda coreana dovesse decidere di dar battaglia, e soprattutto se dovesse vincere, potrebbe aprirsi un "pericoloso" precedente, dove il pericolo sarebbe tutto a svantaggio di Microsoft.

Fonte: The Verge

Commenta