8.9

Xiaomi Mi Note, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Xiaomi Mi Note

L’azienda cinese sta sicuramente calvalcando l’onda di un momento di grande successo fra gli utenti Android e dopo aver lanciato un nuovo fascia bassa (Redmi 2 e la sua versione “estesa”) è arrivato il momento di immettere sul mercato anche un prodotto che incontri le aspettative di chi cerca qualcosa di più potente. Parliamo del nuovo Mi Note.

6.5

Confezione

Xiaomi Mi Note 01

All’interno della “solita” confezione di Xiaomi troviamo il cavo USB-microUSB, l’accessorio per aprire il carrellino delle SIM e un alimentatore da parete da 2A con adattatore per la presa italiana.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Xiaomi Mi Note 11

Mi Note è un prodotto impegnativo da portare in tasca tutti i giorni. Come qualsiasi altro vero phablet d’altronde. Le dimensioni sono comunque relativamente compatte e il telefono è sorprendentemente sottile (7 millimetri), aiutato nel design dalla forma stondata della parte posteriore laterale, che, guardando il telefono di profilo, aiuta a creare un effetto sottigliezza interessante. Ottimo lavoro poi nei dettagli (e non solo): la scocca è in metallo, che affiora elegantemente nella cornice, mentre sul retro è utilizzato un vetro Gorilla Glass 3 curvo sui lati, bellissimo da vedere e piacevole da toccare. La curvatura infatti è molto accentuata e tutti i giorni (almeno nella nostra prova) ci ha stupito per la gradevolezza dell’insieme.

Anche frontalmente il vetro va a realizzare una piccola curvatura sui bordi (come visto su Note 4), percettibile però solo passandoci il dito sopra. È comunque un altro dettaglio ben fatto che si aggiunge al quadro completo di Mi Note.

8.5

Hardware

Xiaomi Mi Note 12

Il processore di questo Mi Note è lo Snapdragon 801. Qualcuno potrebbe obiettare che è già vecchio di ben due processori Snapdragon (ovvero 805 e 810), ma la realtà è che se una CPU funziona bene (e questa lo ha dimostrato pienamente), può essere tranquillamente preferita ad altre soluzioni, magari più incognite. Abbiamo poi ben 3 GB di RAM e 16 o 64 GB di memoria interna. Il carellino posto sul lato sinistra nasconde due alloggiamenti, ma sono entrambi per delle SIM (una micro e una nano). Non abbiamo quindi l’espansione di memoria, unico vero punto debole dello smartphone.

La connettività della SIM principale è LTE fino a 150 Mbps, ma attenzione alla compatibilità. Non supporta la banda dei 800 MHz e potreste quindi avere meno ricezione in 4G, specialmente con Wind (che la usa come unica seconda banda assieme alla 2600 MHz). La connettività è anche garantita dalla Wi-Fi ac a due bande e dal bluetooth, addirittura 4.1.

Lo speaker è posto inferiormente e offre una buona qualità e un buon volume. Per aumentare ancora il volume viene utilizzato uno stratagemma che equalizza il suono a favore degli alti, con suono più squillante e quindi più udibile. Un’idea brillante per ascoltare audio (specialmente con voci) in compagnia, ma sappiate che se volete ascoltare bene la vostra musica dovrete abbassare il volume. O utilizzare le cuffie (come per ogni smartphone), meglio.

8.5

Fotocamera

2015-02-13 12.09.57

La fotocamera da 13 megapixel stupisce ancora prima di essere utilizzata. Per due motivi. Il primo è che è dotata di uno stabilizzatore ottico, il secondo è che, nonostante la presenza di simile dispositivo, la fotocamera non è sporgente e quindi non va ad intaccare il design (neanche Apple nei suoi 7,1 millimetri di 6 Plus c’è riuscita). Ma passiamo alle cose serie: come scatta le foto? La risposta è: bene. La fotocamera mantiene e forse supera le aspettative. Le foto sono ricche di dettagli, ben bilanciate nei colori e l’interfaccia di scatto è rapida, ricca e semplice da utilizzare. Tra le novità segnaliamo una nuova modalità di scatto HDR: continuo (quindi fasullo), automatico, oppure attivo/disattivo. I video si possono registrare fino a 4K e la stabilizzazione ottica fa ottimamente il suo lavoro anche in questo caso.

Discreta anche la fotocamera frontale da 4 megapixel con pixel più ampi (HTC li chiamerebbe Ultrapixel). Nel complesso la fotocamera di questo smartphone ci ha convinto, con un ottimo mix fra qualità, semplicità e gran numero di opzioni per sbizzarrirsi. Solo in condizioni di scarsa luce diventa “battibile” da altri smartphone di marche più blasonate.

SAMPLE: Foto – Video (1080p4K)

9.0

Display

Xiaomi Mi Note 03

Lo schermo è da ben 5,7 pollici ed ha una risoluzione di 1920 x 1080 pixel (quindi Full HD). È realizzato in tecnologia IPS e questo si ripercuote in ottimi colori e discreta visibilità al sole. La luminosità è molto alta, anche se la regolazione automatica della stessa (sembrerebbe per scelta) sia poco incisiva e a volte ci si trova doverla regolare manualmente (sempre con aggiustamenti automatici). Angoli di visione quasi assoluti e nel complesso uno schermo che apprezzerete sicuramente.

9.0

Software

2015-02-13 11.50.252015-02-13 11.50.32

Provare uno smartphone con MIUI è sempre un’esperienza differente. Questo perché la velocità con cui questo sistema cambia e si evolve non ha eguali (e molti la amano per questa). La MIUI è la versione v6, basata su Android 4.4.4 KitKat e le chicche sono così tante che le scoprirete giorno dopo giorno. È stata mantenuta la possibilità di utilizzare il telefono con una mano (portando l’intera finestra in un angolo), di personalizzare come devono apparire la notifiche delle varie app, gestire la sicurezza tramite il centro sicurezza apposito e anche di installare nuovi temi (anche se dopo un po’ di ricerca siamo tornati a quello base).

Nel complesso il sistema è scattante, flessibile, pieno di sorprese e personalizzabile in tutti i dettagli.

Software: Browser

Qualche attimo di incertezza nel caricare i siti più grandi, ma poi il browser di Xiaomi non vi darà assolutamente delusioni. Interessante l’inclusione di una modalità notturna che imposta lo sfondo nero e il testo in chiaro.

Software: Multimedia

Nessun problema a riprodurre alcun formato video, anche fino alla risoluzione di 4K. Il lettore musicale funziona altrettanto bene e scarica correttamente le copertina di tutti i nostri album (in passato abbiamo avuto risultati altalenanti). Manca la radio FM.

8.5

Autonomia

E se vi dicessimo che anche l’autonomia non delude? La batteria (non removibile) è da 3000 mAh. Lo smartphone alla lunga tende leggermente a scaldare, ma mantenendo la modalità energetica su bilanciato non abbiamo avuto alcun problema a terminare qualsiasi giornata stress lavorativa con ancora un minimo di autonomia.

7.5

Prezzo

Xiaomi Mi Note viene venduto in Cina a partire da circa 330€. Aggiungendo, come di consueto, costi doganali, tasse e tutto quello che riguarda l’importazione di un prodotto in Italia, il prezzo lievita di più di 100€. Nel complesso rimane un prezzo comunque nella media e molto inferiore a molti altri dispositivi simili.

Acquisto

Potete acquistare Xiaomi Mi Note da 16GB su Topresellerstore a 479€.

Benchmark

benchmark xiaomi mi note

Foto

Giudizio Finale

Xiaomi Mi Note

8.9

Xiaomi Mi Note

Xiaomi Mi Note è un phablet veramente incredibile. Sia dal punto di vista hardware, sia da quello estetico e anche da quello di esperienza d'uso, grazie al suo software completo e gradevole. Se ci mettiamo anche la buona fotocamera e la autonomia sopra la media vi domanderete perché non avete ancora investito i vostri soldi in questo telefono. Il prezzo è un po' più alto del solito per un'azienda come Xiaomi, ma avete, forse per la prima volta, un prodotto abbastanza affascinante per poterlo desiderare, non solo fra i low cost cinesi, ma anche a prescindere, nel panorama completo dei phablet. Bel colpo, Xiaomi. Adesso però vi aspettiamo a gloria nel nostro paese.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo design e ottima qualità costruttiva
  • Bello schermo
  • Fotocamera di qualità superiore
  • Buona autonomia
Contro
  • Memoria non espandibile
  • Non compatibile con tutte le frequenze LTE
  • Il prezzo è lievemente più alto del solito (per Xiaomi)
  • Le dimensioni sono sono per tutti