7.9

Samsung Gear Live, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Samsung Gear Live

Avrete già intuito (anche perché Google ha impedito altre soluzioni) che i dispositivi con Android Wear si assomigliano fra loro, visto che l’OS è praticamente identico. Vediamo però se questo Gear Live offre un’esperienza differente da G Watch.

LEGGI ANCHE: Recensione LG G Watch

7.0

Confezione

La confezione di Gear Live è praticamente identica a quella di Gear 2 della stessa azienda e, come idea, anche quella di G Watch di LG. Abbiamo un alimentatore da parete con cavo microUSB per la ricarica e un piccolo adattatore da collegare dietro allo smartwatch per la ricarica (il connettore è magnetico sull’orologio ma non ci sono porte dirette per la connessione alla ricarica).

8.5

Costruzione e vestibilità

Samsung Gear Live 08

I punti di “contatto” fra Gear Live e Gear 2 dal punto di vista estetico e costruttivo sono molti. Lo smartwatch ha infatti lo stesso design, le stesse linee e le stesse caratteristiche (come la resistenza all’acqua secondo lo standard IP67). Il cinturino è sempre plastico e ha la stessa zigrinatura che permette al polso di respirare, ma rispetto a Gear 2 la chiusura è con dei bottoni e non deployante. Gli svantaggi sono evidenti: è più difficile da chiudere e sopratutto il cinturino non rimane perfettamente sempre al suo posto. Non certo un problema funzionale, quanto però estetico. Il design è sicuramente più curato ed ispirato di quello di G Watch, anche se potrebbe non piacere a tutti.

7.5

Hardware

Samsung Gear Live 09

L’hardware di questo Gear Live è praticamente identico a quello di G Watch di LG. Stesso processore Snapdragon 400 quad core da 1,2 GHz, soliti 512 MB di RAM e gli stessi 4 GB di memoria interna. È presente un microfono, ma manca sempre lo speaker. La connettività è affidata tutta al bluetooth 4.0 per la connessione al telefono e non è quindi autonomo da questo punto di vista. Niente rete 3G e niente Wi-Fi. Rispetto a G Watch troviamo però la presenza di un sensore di battito cardiaco posto sul retro dell’orologio a contatto con la pelle.

8.0

Display

Samsung Gear Live 06

Lo schermo è sempre da 1,65 pollici, ma la risoluzione è più alta del fratello di LG. Parliamo infatti di 320 x 320 pixel e su un display così piccolo la differenza si nota. Ma non è l’unica differenza, in quanto lo schermo è adesso in tecnologia SuperAMOLED e offre dei neri molto più intensi, oltre che, più in generale, dei colori più vividi e contrastati. La luminosità non si regola comunque in automatico e questa è paragonabile a quella del prodotto LG. Nonostante lo schermo sia migliore di quello di G Watch, sotto la luce diretta del sole la luminosità rimane scarsa.

8.0

Software

Samsung Gear Live 07

Abbiamo già parlato a lungo di cosa può e cosa non può fare Android Wear (Android 4.4W) presente all’interno di questo dispositivo e questo Gear Live non fa quasi alcune differenza. Dalla schermata principale è possibile solo cambiare il quadrante e accedere al menù vocale di Google Now. Questo menù è disponibile anche pronunciando a voce “ok google” e un a volta al suo interno è possibile scorrere verso l’alto per visualizzare le opzioni disponibili e anche accedere alle impostazioni. Delle funzionalità disponibili, poche hanno un comando manuale (oltre che la voce) e ancora meno sono quelle disponibili quando l’orologio è sconnesso dal telefono (e quindi dalla rete).

La comprensione dei controlli vocali è molto buona, ma purtroppo non sono rari alcuni errori, come una conclusione prematura dell’ascolto della nostra voce e il fatto che non riesca a “tradurre” correttamente la punteggiatura. Sarà quindi possibile rispondere con la voce ai messaggi di Hangout o Gmail, ma senza punteggiatura le possibilità sono limitate (a meno che non siate degli assassini della lingua italiana di natura). Le applicazioni compatibli con Wear (che vanno comunque installate sullo smartphone) stanno aumentando giorno dopo giorno, aumentando rapidamente le funzionalità di questo orologio (e anche del modello di LG). Samsung però ci mette del suo includendo tre app personalizzate: Bussola, Cronometro e ovviamente Frequenza cardiaca. Quest’ultima funzionalità è del tutto identica a quella vista su Gear 2. Il rilevamento non sempre va a buon fine, ma quando accade ci è parsa abbastanza corretto.

Come per G Watch valgono le stesse considerazioni: il software è totalmente diverso da quanto visto fin’ora. Siete disposti ad affidarvi del tutto a Google Now e a pronunciare buona parte dei comandi? È una scommessa in cui Google crede e in cui vuole che anche voi crediate.

6.0

Autonomia

Proprio come G Watch anche la batteria di Gear Live non vi porterà più “lontano” della serata se ricevete solitamente molte notifiche. La batteria da 300 mAh (100 meno di LG) garantisce un’autonomia quindi a nostro parere scarsa per un orologio.

6.5

Prezzo

Gear Live viene venduto a 199€, un prezzo non male per essere il pioniere di un nuovo sistema operativo e di un nuovo modo di pensare gli smartwatch, ma forse ancora alto per buona parte degli utenti.

Acquisto

Samsung Gear Live è disponibile sul Play Store a 199€.

Foto

Giudizio Finale

Samsung Gear Live

7.9

Samsung Gear Live

Samsung Gear Live è l'estensione di Android al vostro polso. Le notifiche e la potenza di Google Now sul vostro braccio, in un "corpo" tutto sommato ben disegnato e con un software già abbastanza funzionale per essere appena nato. Ci sono dei difetti di gioventù come la totale non comprensione della punteggiatura, l'assenza di uno speaker e un autonomia ridotta (e questi due punti non possono certo essere risolti con un aggiornamento). Se il concetto di Android Wear vi interessa e 199€ per voi non sono un grosso investimento, il nostro consiglio è di puntare su questo modello piuttosto che sull'LG, nonostante la differenza di batteria.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Schermo sempre acceso
  • Si integra perfettamente con i servizi Google
  • Google Now al polso con attivazione vocale
  • Tutte le notifiche a portata di mano
Contro
  • Autonomia esigua
  • Molte azioni si eseguono solo a voce
  • Scarsa visibilità sotto il sole
  • La chiusura del cinturino non è perfetta