8.7

Samsung Galaxy Note 8, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Samsung Galaxy Note 8

La serie Note di Samsung è ormai assente dall’Italia da ormai 2 anni e in molti reclamavano il ritorno di questa serie nel nostro paese. Samsung Galaxy Note 8 eredita molto da Galaxy S8 Plus ma tenta anche di offrire qualcosa in più. Scopriamo cosa nella nostra recensione.

LEGGI ANCHE: Recensioni Samsung

9.0

Confezione

La confezione di questo phablet contiene all’interno un cavo USB-USB Type-C, un adattatore da USB-C a USB classico, un adattatore da USB-C a microUSB e un alimentatore da 9V/1.67A. Ci sono poi delle punte di ricambio per la S Pen e un paio di ottime cuffie AKG con adattatori per i vari orecchi (essendo in-ear).

9.0

Costruzione ed Ergonomia

Galaxy Note 8 è un telefono indubbiamente dalle dimensioni importanti ma che grazie al nuovo display guadagna molto in termini di ergonomia. Samsung ha poi lavorato per fare i bordi laterali un po’ più taglienti rispetto a S8 e questo ha sicuramente pagato in termini di ergonomia. Rimane uno smartphone grande, ma realizzato con cura. La parte posteriore, così come quella frontale, è realizzata in vetro, mentre il profilo è in metallo lucido dello stesso colore del vetro posteriore. Dal punto di vista costruttivo vale la pena spendere due parole sulla S Pen che troviamo alloggiata in basso a destra e che si estrae prima premendo e poi tirando verso l’esterno. Questo garantisce alla penna di non poter essere estratta per errore. La S Pen è invece realizzata in plastica. Questo la rende molto leggera ma anche un po’ più fragile.

I tasti fisici sono invece disposti sia a destra (accensione) che a sinistra (Bixby e volume). Tutto lo smartphone resiste poi ad immersione e polvere grazie allo standard IP68, lo stesso già visto anche su Galaxy S8. In termini di ergonomia non è possibile però non indugiare sul posizionamento del lettore di impronte digitali, particolarmente sfortunato come in pochi altri smartphone in commercio, ancora più qui che su Galaxy S8.

9.5

Hardware

L’hardware di questo Note 8 è sostanzialmente identico a quello di Galaxy S8, ma ci sono due differenze importanti. La prima è che ad affiancare il processore Samsung Exynos 8895 octa core da 2,3 GHz ci sono ora 6 GB di RAM invece di 4 e l’altra è che la versione standard è dotata di due SIM. La seconda però vi costringerà a rinunciare alla memoria espandibile. La memoria all’interno dello smartphone ammonta invece a 64 GB ed è molto veloce (UFS 2.1). Al top la connettività: abbiamo il Wi-Fi dual band ac, il Bluetooth 5.0 con supporto a due dispositivi audio in contemporanea, l’NFC e l’uscita Type-C con supporto video. Buono anche l’audio offerto dallo speaker inferiore, decisamente sopra la media, senza comunque essere il suo punto di maggior rilievo. Come su Galaxy S8 su questo smartphone è stato poi introdotto lo sblocco con il rilevamento del volto e dell’iride. Non ci sono novità in tal senso e il giudizio rimane invariato. Si tratta di due ottime aggiunte che promuoviamo, ma considerando la scomodità dello sblocco con il lettore d’impronte è indubbio come lo smartphone risulti in tal senso un po’ castrato. Mancano la radio FM e la porta ad infrarossi.

SCHEDA: Samsung Galaxy Note 8

9.0

Fotocamera

La fotocamera di Samsung Galaxy Note 8 rimane sostanzialmente invariata rispetto al più volte citato S8. Stessa apertura ƒ/1.7, ancora stabilizzazione ottica dell’immagine e nel complesso ottimi scatti realizzati in quasi qualsiasi condizione di luce. Le immagini appaiono nitide, l’autofocus è rapido e le immagini sono sempre abbastanza contrastate (qualcuno direbbe troppo?). L’HDR automatico è poi molto efficiente andando a correggere l’esposizione nelle aree più difficili delle vostre foto. Ma la verità è che qui abbiamo anche una seconda fotocamera che si affianca a quella già citata. Anch’essa è da 12 megapixel ed è stabilizzata, ma ha un’apertura ƒ/2.4 ed è un corrispettivo 52mm. Questo vuol dire avere uno zoom ottico 2x che si traduce nella vita di tutti i giorni nel poter fare foto ad oggetti lontani senza avvicinarsi. Ma oltre a questo le due fotocamere possono anche lavorare insieme e realizzare sfocature digitali grazie al diverso campo visivo delle due fotocamere. Si tratta dell’effetto ritratto che abbiamo visto anche su altri smartphone (anche Samsung) e che vi permetterà di realizzare foto simil-professionali con una profondità di campo ridotta. Bene la fotocamera frontale da 8 megapixel dotata di autofocus e bene anche i video registrabili fino alla risoluzione di 4K e anche in HD a 120fps per slow motion ancora più fluidi.

SAMPLE: FotoVideo

10.0

Display

Galaxy Note 8 monta quello che genericamente potremmo definire un display quasi identico a quello di S8. Questa sarebbe una semplificazione e per molti sarebbe comunque una definizione sufficiente, ma conterrebbe varie inesattezze. È da 6,3 pollici (quindi un po’ più grande), ha i bordi leggermente meno curvi (e quindi in dimensioni è appena più largo) ed è più luminoso. Per il resto ha però sempre una risoluzione QHD+ (2960 x 1440 pixel), è sempre SuperAMOLED e supporta ancora lo standard HDR10. Tra le altre tecnologie abbiamo il tasto home virtuale sensibile alla pressione e l’Always-On display che permette di mostrare orario, calendario, stato della batteria e notifiche non lette anche a schermo bloccato. Non è una tecnologia priva di impatto sulla batteria, ma è comunque commisurato alla comodità di questa funzionalità. Non dimentichiamoci poi del fatto che il display è formato 18:9, ovvero stretto e lungo. Il vantaggio è in primis nella forma più stretta dello smartphone e quindi nella sua migliore ergonomia.

9.0

Software

La Samsung Experience 8.5 che troviamo in questo Galaxy Note 8 è basata su Android 7.1.1 Nougat. Il sistema è a primo impatto simile a quanto già visto e le funzionalità infatti non si discostano poi molto. Andiamo con ordine: il tasto fisico permette di avviare Bixby che adesso (dopo molti mesi) è finalmente un buon assistente vocale ma che purtroppo capisce solo la lingua inglese-americano e il coreano. Abbiamo poi ancora il supporto a Samsung DeX l’ottimo sistema per utilizzare il proprio smartphone come un PC quando connesso al suo accessorio ufficiale e ad una tastiera ed un mouse (meglio se senza fili). Vi consigliamo di guardare la nostra prova completa di DeX.

Tra le altre funzioni del software troviamo la modalità ad una mano, le app ridotte in finestra (o ad icone flottanti), un ottimo multiwindows (senza dubbio il migliore in circolazione), il menù edge laterale, il Game Tools per ottenere il meglio dai propri giochi, un nuovo editor rapido delle foto, l’area personale per dividere il mondo del lavoro da quello personale e adesso anche la possibilità di attivare un clone di un’app di messaggistica. Belle anche le notifiche popup che accendono anche tutto il bordo dello schermo.

Tutto il software scorre rapidamente e rispetto a S8 notiamo una maggiore fluidità nell’apertura delle app e nelle animazioni. Non si raggiunge il livello di alcuni smartphone stock e non sappiamo dire se siano i 2 GB di RAM in più, ma c’è comunque una fluidità software ancora migliorata.

Quando poi estrarrete la penna vi sarà possibile accedere a tutta una serie di funzionalità aggiuntive. Tralasciando quelle scontate (come prendere una nota) segnaliamo ancora una volta la possibilità di scrivere un appunto sullo schermo, di creare una GIF partendo da quello che accade sul telefono, tradurre le parole passando la penna sul testo e adesso un nuovo Messaggio Live che ci sentiamo di ipotizzare sarà una delle funzionalità più utilizzate, nonostante sia una delle più inutile e frivole (speriamo di essere smentiti!). Permette di disegnare scritte (anche su immagini) e generare così rapidamente una GIF con il testo mentre compare. Ovviamente può essere utilizzata anche al posto del semplice dito e diventa anche uno strumento utile per firmare documenti e molto altro.

7.0

Autonomia

La batteria da 3300 mAh potrebbe sembrare sottodimensionata per il tipo di prodotto e forse per qualcuno potrebbe esserlo. Il motivo principale di questa differenza rispetto a S8 è che in un corpo appena più grande l’azienda ha dovuto anche alloggiare il pennino. Si tratta quindi di un compromesso da accettare a malincuore per chiunque non voglia rinunciare alla S Pen. L’autonomia è comunque discreta e con un utilizzo medio vi permetterà di arrivare a fine giornata, cosa non vera in caso di un utilizzo più intenso. Per fortuna sempre presente la ricarica rapida e la ricarica wireless rapida.

6.0

Prezzo

Samsung Galaxy Note 8 viene commercializzato in Italia con un prezzo di lancio di 999€. Il prezzo è uno dei più alti di sempre nel parco degli smartphone Android e questo potrebbe essere giustificato dal fatto che è probabilmente lo smartphone più completo in questo stesso panorama. Il prezzo è però particolarmente alto se consideriamo il fatto che le differenze rispetto ad un S8 già sul mercato da mesi non sono poi così tante.

Acquisto

È già possibile acquistare Galaxy Note 8 di Samsung a 855€ su ePRICE. Si tratta di un prezzo estremamente più basso del prezzo di lancio e leggermente più interessante.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy Note 8

8.7

Samsung Galaxy Note 8

Samsung Galaxy Note 8 è anche per quest'anno il miglior smartphone commercializzato da Samsung e uno dei migliori in assoluto del panorama della telefonia mobile. La realtà è però che, sopratutto grazie a Galaxy S8+, i motivi per acquistare un Note 8 oggi sono meno e si riducono a supporto dual SIM e S Pen. Ma per molti potrebbe bastare.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • La S Pen può essere un valore aggiunto
  • Ottimo display
  • Ottime fotocamere
  • Software molto completo
Contro
  • Autonomia sotto la media
  • Il lettore di impronte è scomodo
  • Prezzo di lancio molto importante
  • Si deve scegliere fra doppia SIM e memoria espandibile