7.5

Samsung Galaxy K Zoom, la recensione (foto e video)

Samsung Galaxy K Zoomvideo Emanuele Cisotti -




Recensione Samsung Galaxy K Zoom

Vi ricordate di Galaxy S4 Zoom? Non eravamo rimasti particolarmente entusiasti di quel dispositivo e così ci siamo approcciati con un po’ di dubbi a questo nuovo Galaxy K Zoom (che non è scorretto considerare come un Galaxy S5 Zoom). Fin dal primo momento però abbiamo capito che qualcosa era cambiato. Vediamo di che si tratta.

7.0

Confezione

Non abbiamo la confezione definitiva, ma all’interno vi confermiamo essere presenti i soliti auricolari di qualità (in-ear) Samsung, un cavo USB-microUSB e un alimentatore da parete da 2A.

6.0

Costruzione ed Ergonomia

Samsung Galaxy K Zoom 05

Uno smartphone che vuole essere anche una fotocamera con zoom ottico non può certo essere sottile e questo Galaxy K Zoom infatti non lo è. Ci piace considerarlo però “compatto”, compatto rispetto agli esperimenti precedenti e compatto nelle forme, più omogenee rispetto al precedente modello. Questo non leva però il fatto che Galaxy K Zoom non sia un dispositivo comodo da portarsi appresso in tasca. Meglio se siamo soliti utilizzare una borsa o un borsello, oppure se questo per voi sarà solo un secondo telefono. La corona dell’obiettivo ostacola comunque un minimo la linea del design, ma siamo rimasti comunque abbastanza contenti dalla soluzione adottata da Samsung (ovvero quella di non creare forme troppo nette come sul precedente Galaxy S4 Zoom, difficile anche da sfilare di tasca). Apprezzabile anche la possibilità di sostituire batteria rimuovendo la cover come nel più classico degli smartphone.

7.5

Hardware

Samsung Galaxy K Zoom 09

Il processore è un hexa core, ovvero a 6 core (come su Galaxy Note 3 Neo), ovvero un processore quad core e uno cortex A15 dual core da ,1.7 GHz. La RAM è da 2 GB e la memoria interna da 8 GB. Se il quantitativo di RAM è ottimale per rendere il telefono fluido, 8 GB di memoria interna per un dispositivo che punta tutto su fotografia e video sono pochi. Espandibili comunque tramite microSD. La connettività dati in mobilità è garantita fino a 150 Mbps grazie all’LTE e la Wi-Fi supporta le due bande dei 2.4 e 5 GHz. L’audio non rientra nella lista dei top per quanto riguarda la qualità, ma si comporta bene per quanto riguarda il volume, grazie allo speaker posizionato vicino alla fotocamera e quindi molto difficile da coprire involontariamente.

SCHEDA: Samsung Galaxy K Zoom

8.0

Fotocamera

Questo dispositivo è tanto uno smartphone, quanto una fotocamera. Questa è da 20,7 megapixel (in 4:3) ed è supportata da un potente flash allo Xenon e anche da un sensore per calcolare la distanza per la messa a fuoco prima dello scatto. Quello che veramente fa la differenza rispetto alle altre fotocamere è il suo zoom da 10x (che diventano 20 in digitale, ovvero perdendo di qualità). Benché la foto perda di nitidezza utilizzando tutto lo zoom, è comunque da elogiare un risultato impossibile sugli altri dispositivi cellulari: scattare foto al massimo della risoluzione anche a distanze notevoli.

Non siamo rimasti comunque “sconvolti” dalla qualità delle sue foto, che per un uso più classico a volte sono da considerarsi migliori quelle di Galaxy S5. Ma non vogliamo sminuire le potenzialità di questo K Zoom, visto dalla sua parte pende anche il fatto di riuscire a fare scatti “decenti” ad ogni tentativo, cosa non sempre vera negli smartphone classici.

Altro punto importante di questo smartphone è il suo software fotografico. Non lo consideriamo perfetto per una fotocamera, ma comunque molto buono per la quantità delle funzioni disponibili. Oltre a tantissime modalità di utilizzo differenti, possiamo anche sfruttare un paio di funzioni esclusive (rispetto agli altri smartphone Samsung): la modalità manuale (anche se i controlli non sono proprio comodi) e la modalità Suggerimenti Pro che prima di ogni scatto vi suggerisce un profilo di scatto da utilizzare, scegliendo fra le decine e decine a disposizione (e scaricabili gratuitamente da Samsung Apps).

Buoni i video registrati a 1080p fino a 60fps. Peccato per l’assenza della registrazione in 4K, non certo una funzionalità must have, ma comunque un’opzione gradita su un cameraphone.

SAMPLE: FotoVideo

7.5

Display

Lo schermo da 4,8 pollici ha una risoluzione di 1280 x 720 pixel, abbastanza per uno smartphone “qualsiasi”, ma che forse potevano essere di più su di un dispositivo che dovrebbe offrirvi la migliore “idea” di quanto state per scattare. Lo schermo è un SuperAMOLED, che non “altera” troppo i colori, ma che manca della funzionalità per cambiare la “temperatura” dello schermo.

8.0

Software

2014-06-16 12.16.322014-06-16 12.16.40

Se abbiamo chiamato impropriamente questo telefono Galaxy S5 Zoom è anche per il suo software, molto simile in tantissime parti. La rivista personale alla sinistra della home offre le stesse funzionalità che troviamo in S5, così come anche la grafica del sistema ha goduto dello stesso “aggiornamento”. Più chiaro nelle icone, anche se ancora perfezionabile nel complesso. Sono presenti alcune delle funzioni viste sul top di gamma dell’azienda come le App preferite, accessibili tramite un “pallino” che potete portarvi appresso in tutto il sistema, oppure anche la modalità di super risparmio energetico che ridurrà al minimo le funzionalità del telefono per permettervi di aumentare l’autonomia dello stesso. Nel complesso il sistema è molto fluido e non abbiamo notato nessun rallentamento di sorta nell’utilizzo quotidiano. Studio è un software molto semplice e intuitivo che permette di creare collage, video riassuntivi o editare i propri video registrati. Tra i software aggiuntivi molti solitamente preinstallati (come S Note o Fitness with Gear) sono da installare a parte (a scelta) tramite GALAXY Essentials.

Software: Browser

La navigazione web tramite il browser di default è gradevole, ma sono ancora presenti dei lievi rallentamenti, specialmente nello scroll rapido di pagine particolarmente pesanti.

Software: Multimedia

Il lato multimediale di questo smartphone non ha goduto di particolare attenzione (non che ce lo saremmo aspettati), ma troviamo tutto quello che di buono c’era anche su Galaxy S5, ovvero il già buon lettore video e il player musicale.

6.5

Autonomia

Non siamo rimasti particolarmente colpiti dall’autonomia di questo smartphone. Se in standby si comporta bene, durante un utilizzo normale e con qualche foto in più del solito, la batteria da 2430 mAh vi porterà “solo” fino all’ora di cena.

7.0

Prezzo

Samsung Galaxy K Zoom viene venduto ufficialmente a 499€, un prezzo tutto sommato nella media per un dispositivo che è sia fotocamera compatta, che smartphone, ma comunque superiore ai dispositivi simili, considerandolo solo come se fosse uno smartphone.

Acquisto

ePRICE lo vende a 469€.

Benchmark

benchmark galaxy k zoom

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy K Zoom

7.5

Samsung Galaxy K Zoom

Samsung Galaxy K Zoom ci ha convinto, ma noi in prima persona non lo utilizzeremmo preferendogli una Galaxy Camera 2.  È un prodotto molto di nicchia, ma se per voi avere uno smartphone che realizzi buone foto (e ne realizzate molte) è una priorità, allora potreste seriamente considerare l'acquisto di questo dispositivo. Rimane uno smartphone non comodo da portarsi appresso, ma molto più comodo di Galaxy S4 Zoom, rendendo questo difetto probabilmente "sopportabile" alla stessa nicchia di cui parlavamo sopra.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Lo zoom è una killer feature
  • Tantissime modalità fotografiche
  • Design migliorato
  • Software ricco
Contro
  • Non è uno smartphone tascabile
  • Manca il led di notifica
  • Il software fotografico poteva essere migliorato
  • Prezzo non competitivo