8.0

Samsung DeX, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Samsung DeX

Una delle funzionalità più interessanti dei nuovi Galaxy S8 non era pronta al momento del suo lancio (o almeno del suo pre-lancio). Parliamo di Samsung DeX, ovvero la possibilità di utilizzare il vostro nuovo smartphone Samsung come se fosse un PC collegandolo all’omonima dock collegata a sua volta ad un monitor.

L’idea era già stata interpretata varie volte negli anni da varie aziende come Motorola, ASUS e Canonical (Ubuntu), ma quello che più si avvicina a DeX è sicuramente Microsoft Continuum, un bellissimo concept (qui la nostra prova) che però non ha avuto alcun seguito e che nell’uso di tutti i giorni rispondeva alle esigenze di un pubblico abbastanza ristretto. Senza ancora aver provato DeX l’idea che ci eravamo fatti di questa tecnologia era che, anche se fosse stata anche solo poco meglio di Continuum sarebbe stata comunque una gradevole aggiunta ad un Galaxy S8 che quest’anno ha alzato l’asticella ancora più in alto. E invece è andata decisamente meglio.

La dock in plastica non appare certo emozionante ma fa bene il suo dovere, è leggera e tascabile e ha un sufficente numero di porte: 2 USB, una ethernet e una uscita video HDMI. Peccato per l’assenza di una uscita audio (che può comunque passare tramite l’HDMI). Facendo scivolare la base verso l’alto il dispositivo si avvia ed è pronto ad alloggiare il vostro Galaxy S8/S8+. È alimentato tramite Type-C e non c’è un alimentatore nella confezione, dovrete usare quello del telefono (peccato!). Una volta connesso lo schermo del telefono si spegnerà e una piccola animazione vi porterà in pochi secondi su Samsung DeX sul vostro monitor (o TV).

Potrete controllare il telefono con mouse e tastiera e noi non abbiamo avuto problemi né con il Bluetooth, né con dispositivi cablati. Potrete collegare poi qualsiasi periferica USB che sia compatibile con lo smartphone. Lo schermo rimarrà spento ma i sensori frontali e la fotocamera frontale rimarranno a vostra disposizione.

DeX si presenta con un impostazione simil Windows/Linux, con le app avviabili dal menù in basso a sinistra e in basso a destra tutti i comandi rapidi e le notifiche dello smartphone. Il tutto è stato disegnato bene, funziona il tasto destro e le app si avviano dal desktop con un doppio click. C’è, nello store Samsung, anche una sezione dedicata alle app pensate appositamente per DeX, ma non sono molte. Sono comunque abbastanza le app che è possibile mettere a tutto schermo o ridimensionare e genericamente possiamo includere quasi tutte quelle Samsung e quelle Google (Chrome e Youtube comprese). Molte altre invece, come Netflix, Facebook o Instagram, sia avviano solo in finestra, ma è possibile (non per tutte) variare l’orientamento. Altre invece non si avviano proprio, come Spotify o Amazon Prime Video. Per fortuna sono una minoranza.

Il browser Samsung funziona molto bene e vi permette di gestire più tab (anche son siti pesanti) senza particolari esitazioni, comportandosi meglio non solo di Continuum, ma anche di vari PC e mini PC recenti. È sorprendente vedere come le prestazioni che le app avevano sul telefono sono mantenute anche in modalità desktop, anche se varie di queste applicazioni sono aperte ed in esecuzione in finestra in contemporanea. 4 GB di RAM non sembrano affatto essere un limite per questa tecnologia, anche se ovviamente il futuro ci potrà regalare ancora maggiori soddisfazioni. Al momento però crediamo semplicemente che su Android manchino app capaci di sfruttare davvero un hardware più potente di questo (come app per il montaggio video). I giochi purtroppo rimangono in buona parte tagliati fuori dal gioco, la compatibilità è altalenante è dipende in buona parte da come è stato concepito il gioco. Angry Birds 2 funziona bene, Mario Run e Modern Combat 5 non sono controllabili con mouse e tastiera. Abbiamo riscontrato un riavvio e qualche crash di Facebook all’avvio di DeX, ma possiamo sicuramente ancora annoverarli fra i difetti di gioventù.

Samsung sembra aver fatto bene i compiti a casa e DeX in questa prima incarnazione è meglio di quanto sperassimo, qualcosa su cui sicuramente Samsung continuerà a puntare e che vedremo ancora in futuro. Samsung DeX è disponibile su Amazon a 127€ (nella recensione si parla di circa 97€, ma il prezzo è salito nuovamente).

Foto

Screenshot

Giudizio Finale

Samsung DeX

8.0

Samsung DeX

Samsugn DeX supera le aspettative e permette di dimostrare a Samsung che con l'hardware di S8 e uno schermo più grande si può fare molto più di quello che pensavate. C'è ancora qualche piccolo bug, ma Samsung è riuscita dove azienda come Motorola, ASUS, Canonical e Microsoft hanno fallito.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottime prestazioni
  • Il telefono non scalda
  • L'interfaccia è ben disegnata
  • L'esperienza d'uso è familiare
Contro
  • Qualche sporadico bug
  • Manca un'uscita audio alla dock
  • Non tutte le app vanno full screen
  • Non c'è un alimentatore nella confezione