8.4

Razer Phone, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Razer Phone

Sapevamo che Razer avrebbe immesso sul mercato uno smartphone da quando l’azienda aveva acquisito la neonata Nextbit. Lo smartphone è stato presentato il 1° di novembre e arriverà a breve sul mercato. Scopriamolo in dettaglio.

LEGGI ANCHE: Migliori smartphone

7.5

Confezione

La confezione di questo telefono contiene un alimentatore per la ricarica rapida 12V/2A, un adattatore USB-C/jack audio, un cavo USB-C con cavo in corda e un iconico pin per aprire il carrellino metallico.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Quando tutti i produttori puntano a realizzare smartphone sottili, stondati e “tutto schermo”, Razer punta invece nella direzione opposta. Razer Phone è uno smartphone grande, squadrato, non particolarmente sottile e non particolarmente leggero. Il motivo è presto detto: si punta alla concretezza. Il design si sposa comunque alla perfezione con gli altri prodotti dell’azienda. Moderno, un po’ “cattivo” e sopratutto nero. È realizzato in metallo opaco che non trattiene le impronte e c’è solo una fresatura argentata sul bordo frontale. Le forme sono “taglienti” e in tasca lo smartphone si fa sentire. Si utilizza abbastanza bene nel quotidiano ma non neghiamo che con una sola mano la cosa si faccia abbastanza complicata. È però costruito in modo pregevole e in mano trasmetterà una buona sensazione di solidità.

8.5

Hardware

L’hardware di questo Razer Phone vuole essere il meglio sulla piazza senza esclusioni. O quasi. Abbiamo un processore Snapdragon 835 octa core fino a 2,35 GHz, una GPU Adreno 540, 8 GB di RAM LPDDR4 e ben 64 GB di memoria interna UFS (probabilmente 2.1), espandibili utilizzando una microSD. Molto bene la connettività: LTE Gigabit, Wi-Fi ac a doppia banda, Bluetooth 4.2 e NFC. Presente anche un led di notifica, anche se è così piccolo e nascosto che è quasi come se non ci fosse. Il lettore di impronte digitali è posizionato sul lato destro. Sblocca rapidamente ed è molto preciso anche le sua posizione perfettamente centrata vi costringerà ad un po’ di apprendimento. Inizialmente sarà facile cercarlo sempre un po’ più in alto.

Non c’è purtroppo il jack audio per le cuffie, ma dal punto di vista audio si fa perdonare con due speaker frontali di una potenza ed un volume totalmente inedita fino ad oggi su di uno smartphone. Al massimo volume in certe circostanze l’audio potrebbe distorcere leggermente, ma già a metà volume avrete comunque già battuto sul campo quasi l’intera concorrenza. Altra piccola nota sulla vibrazione: molto “metallica” e non proprio piacevolissima.

SCHEDA: Razer Phone

7.5

Fotocamera

Razer Phone è dotato di un sistema di doppia fotocamera da 12 e 13 megapixel. Non si possono utilizzare separatamente, ma la seconda fotocamera entra in gioco solo quando facciamo lo zoom (con il classico pinch-to-zoom) e in condizioni di luce favorevoli. La fotocamera principale è abbastanza luminosa (apertura ƒ/1.75), meno la secondaria (apertura ƒ/2.6). La qualità delle foto è molto buona e rientra tranquillamente nei migliori smartphone del 2017, senza però poter ambire al podio. Anche con poca luce le foto soddisfacenti, più di tanti altri smartphone, ma vi servirà comunque una buona mano ferma e il rumore digitale sarà comunque abbondantemente presente. Abbiamo comunque un doppio led flash per le situazioni più buie. Le luci forti potrebbero spaventare lo smartphone in certi contesti ma l’HDR (non automatico) funziona abbastanza bene. Non male anche la fotocamera frontale da 8 megapixel ƒ/2.0, nella media di molti top attuali.

I video in 4K invece non sono particolarmente brillanti, poco stabilizzati e con molto trascinamento dell’immagine con poca luce. Ma c’è ancora tanto lavoro da fare e Razer lo sa. L’azienda ha promesso molte nuove funzioni nei prossimi mesi (a partire per esempio dal panorama) e speriamo che porti con se ancora una maggiore ottimizzazione delle poche funzioni già presenti.

SAMPLE: FotoVideo

9.0

Display

Razer Phone è dotato di un display da 5,7 pollici IPS IGZO. Si tratta di un display prodotto da Sharp e il fatto di essere IGZO ha permesso all’azienda di implementare una funzione unica fin’ora inedita sugli smartphone. Parliamo del display a 120 Hz. Per i videogiocatori non servono altre spiegazioni, per gli altri vi basterà sapere che lo schermo si aggiornerà ad una frequenza doppia rispetto alla concorrenza e nel quotidiano questo si traduce in un sistema fluido come non mai. La differenza si vede anche semplicemente navigando nel sistema ed è stata resa possibile grazie alla collaborazione con Qualcomm per l’attivazione del Q-Sync che sincronizza la velocità di aggiornamento fra processore grafico e schermo, un po’ come accade sui PC con il G-Sync di NVIDIA. È difficile notare la differenza se non con un video al rallentatore, ma in ogni caso la fluidità è così aumentata che chiunque utilizzando lo smartphone noterà come questo sia probabilmente lo smartphone fluido in circolazione. Speriamo che questa vera innovazione portata da Razer possa diventare uno standard in futuro.

Si tratta di un ottimo display con una grande luminosità e discreti angoli di visione, anche se, come accade su tutti gli IPS, i neri tendono al grigio. La luminosità automatica funziona discretamente ma a volte tende troppo al rialzo e vorrete probabilmente riabbassarla a mano. È presente anche l’active display che mostra le notifiche alla ricezione e quando sollevate lo smartphone.

8.0

Software

Razer ha preinstallato in questo smartphone Android 7.1.1 Nougat, con la promessa di fargli ricevere Oreo nei primi mesi del 2018. Il sistema è totalmente stock e le uniche differenze riguardando l’interfaccia con una versione personalizzata e preinstallata di Nova Launcher, il più famoso launcher personalizzato in circolazione. La scelta è vincente perché permette agli utenti più smanettoni, che è poi il target del prodotto, di personalizzare l’intero sistema a piacimento e nei minimi dettagli. In più troverete un gestore dei temi che vi permetterà di personalizzare il sistema con sfondi, suoni e icone di alcuni famosi videogiochi, scegliendoli da una selezione di Razer. L’unica altra differenza rispetto ad uno smartphone stock è la presenza di un booster per i giochi, con opzioni specifiche per aumentare o diminuire la fluidità o le prestazioni dei singoli giochi.

Per il resto il sistema è fluido come non mai (anche grazie all’UltraMotion di cui parlavamo prima) e, benché non ricco di funzionalità, semplice da utilizzare anche per gli utenti meno esperti e che magari non sono interessati alla profonda personalizzazione.

8.0

Autonomia

La batteria da 4000 mAh è una manna per questo smartphone. Abbiamo trovato risultati sorprendenti nell’utilizzo quotidiano sia che fosse accompagnato o meno da sessioni di gioco. In ogni caso siamo sempre arrivati a fine giornata con ancora della batteria residua, ovviamente molta o poca in base alla quantità di sessioni di gioco, cosa che vale ovviamente per tutti gli smartphone. Questo smartphone è poi il primo a supportare la nuova ricarica rapida Quick Charge 4.0+ di Qualcomm. Potrete ottenere l’85% di carica in 1 ora di ricarica.

8.0

Prezzo

Razer Phone viene commercializzato sul sito ufficiale dell’azienda al prezzo di 769€. Il prezzo è interessante perché, pur non essendo stracciato, è sensibilmente più basso di quanto richiesto dalla concorrenza, offrendo sotto certi aspetti anche di più.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Razer Phone

8.4

Razer Phone

Razer Phone è un telefono particolarmente interessante con un paio di punti unici, come il display super-fluido a 120 Hz e due speaker mai sentiti prima su smartphone. C'è ancora del lavoro da fare sulla fotocamera ma al prezzo a cui viene venduto può essere interessante non solo per chi con lo smartphone ci gioca molto.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Mai visto un telefono così fluido
  • Speaker assordanti
  • Autonomia sopra la media
  • Nova Launcher di sistema
Contro
  • C'è da lavorare sulla fotocamera
  • La luminosità automatica è incostante
  • Niente jack audio
  • Dimensioni dello smartphone importanti