9.1

OnePlus 3T, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione OnePlus 3T

Solo qualche settimana fa l’idea di una versione rinnovata, uguale ma diversa, di OnePlus 3 avrebbe fatto storcere il naso a qualcuno. Oggi invece è qui. Si chiama OnePlus 3T e va a sostituire l’ottimo OnePlus 3. Scopriamo cosa c’è di nuovo e cosa non è cambiato.

LEGGI ANCHE: Recensioni OnePlus

7.5

Confezione

recensione-oneplus-3t-1

Nella confezione di OnePlus 3T troverete un alimentatore Dash Charge per la ricarica rapida, un cavo compatibile Dash e un buono da 5€ da spendere sullo store OnePlus.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

recensione-oneplus-3t-8

OnePlus 3T è identico al precedente smartphone: stesse dimensioni, stesso peso, stessi materiali e stesso design. Per chi non lo conoscesse è un prodotto interamente realizzato in metallo opaco, con un design non dei più originali, ma sicuramente uno dei più apprezzati e fra i più bilanciati. In mano si tiene bene e i dettagli sono realizzati con attenzione, proprio come ci si aspetterebbe da un vero top di gamma. I tasti si raggiungono bene e hanno un buon feedback alla pressione, così come anche lo switch fisico in alto a sinistra per cambiare modalità audio. L’unica differenza? Il colore: adesso il grigio è più scuro.

9.5

Hardware

recensione-oneplus-3t-5

Il processore è il nuovo Snapdragon 821 quad core da 2,35 GHz con GPU Adreno 530. Le prestazioni sono leggermente superiori, ma la verità è che senza un benchmark è sostanzialmente impossibile accorgersene. Rimangono invariati anche i 6 (!) GB di RAM e i 64 GB di memoria interna in tecnologia UFS 2.0 (molto veloce) non espandibili. È stata però introdotta una nuova variante con 128 GB di memoria interna. L’azienda dice poi di aver riscritto il filesystem per un’apertura più rapida delle applicazioni e dei giochi. Rimangono invariati gli altri “dettagli”. Connettività LTE fino a 450 Mbps, Wi-Fi ac, Bluetooth 4.2, NFC e un precisissimo e velocissimo lettore di impronte digitali integrato nel tasto touch home sulla parte frontale (ai lati due piccoli led indicano gli altri due tasti touch).

Lo speaker è posizionato nella parte inferiore e mantiene le sue buone qualità in termini di volume e fedeltà sonora (sempre rimanendo nel confronto con gli smartphone). Come detto è stato mantenuto lo switch fisico del volume e troviamo sempre anche il supporto all’OTG.

SCHEDA: OnePlus 3T

9.0

Fotocamera

2016-11-20-14-45-19

La fotocamera principale da 16 megapixel ƒ/2.0 non cambia, se non per una protezione più resistente del vetro a protezione della lente. Ci sono però delle novità sul software che adesso permette di sfruttare anche una nuova stabilizzazione software nei video, in simbiosi con quella ottica. I video vengono sempre registrati in 4K ma ora godono di questa marcia in più, benché i risultati non siano poi così apprezzabili. Sempre veloce e preciso l’autofocus nelle foto e nel complesso decisamente molto buoni gli scatti, anche grazie all’HDR Automatico (che forse avrebbe potuto attivarsi anche più spesso).

Come già detto per OnePlus 3, non è il miglior telefono in circolazione per la fotocamera, ma ha comunque un comparto fotografico degno di un top di gamma, con foto luminose e ricche di dettagli. Migliorata invece la fotocamera frontale che ora arriva a 16 megapixel e che integra un nuovo algoritmo per ridurre la “quadrettatura” di questa tipologia di scatti (sopratutto con poca luce). I risultati sono decisamente buoni: la presenza di HDR in questa modalità sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Rimane presente la modalità manuale, lo scatto in RAW e l’attivazione della fotocamera con una doppia pressione del tasto di accensione.

SAMPLE: FotoVideo

9.0

Display

recensione-oneplus-3t-2

Anche il display è rimasto invariato. Abbiamo sempre un 5,5 pollici Full HD (1920 x 1080 pixel) con tecnologia Optic AMOLED. Ottimi i colori, la luminosità e la luminosità automatica, anche se ad eccezione dei valori più bassi risulta tarata più in “alto” rispetto al predecessore. Presente ancora la modalità notturna, l’ambient display (per vedere le notifiche direttamente sul blocco schermo) e i profili di colore (fra cui anche l’sRGB per chi vuole colori più naturali). Permane la variazione al verde inclinando molto lo smartphone, comune ad altri smartphone con pannelli AMOLED.

9.0

Software

2016-11-20-14-44-072016-11-20-14-44-04

Il software non cambia ma cambia del tutto. Questo perché non ci saranno presto disallineamenti fra i due smartphone, cosa non vera nel momento in cui scriviamo: 3T ha Android 6.0.1 Marshmallow con OxygenOS 3.5.1. Le novità di questa release software (presente in beta anche per OnePlus) sono tutte molto gradite e vanno a limare quella che forse è una delle migliori interfacce in circolazione per smartphone Android. Rimane la grande personalizzazione possibile e si espande adesso con nuove possibilità, come uno Shelf (sezione a sinistra del display per gli widget) decisamente rifinito, l’inclusione dell’accensione e spegnimento programmato e la possibilità di personalizzare il funzionamento dello switch fisico del volume.

Dalle impostazioni possiamo poi cambiare il funzionamento dello “svuota tutto” del multitasking, oppure bloccare alcune app con l’impronta digitale. Come già detto è possibile personalizzare in modo molto preciso il funzionamento dei tasti touch fuori dallo schermo, oppure disabilitarli in favore dei tasti a schermo.

8.0

Autonomia

E infine (o quasi) la batteria: passa da 3000 a 3400 mAh, decisamente un salto non male. Abbiamo notato un deciso passo in avanti in termini di batteria guadagnano circa un’oretta di utilizzo in più, quanto basta per far arrivare a sera un maggior numero di persone. Sempre presente il caricatore rapido Dash Charge che permette di ricaricare il telefono in modo fulmineo senza impattare sulla temperatura (e quindi le prestazioni) di questo durante la ricarica.

8.5

Prezzo

OnePlus 3T viene lanciato sul mercato a 439€ un prezzo molto interessante anche se un “gradino” più alto del precedente modello. Diventano 479€ per la versione da 128 GB. Lo smartphone top di OnePlus non è più “il top di gamma a prezzo stracciato”, ma è diventato “uno dei migliori smartphone in assoluto ad un prezzo estremamente competitivo”. Un passo in avanti deciso per un’azienda che non vuole rimanere indietro.

Acquisto

OnePlus 3T sarà disponibile dal 28 novembre sul sito ufficiale di OnePlus.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

OnePlus 3T

9.1

OnePlus 3T

OnePlus 3T è la dimostrazione che OnePlus non vuole rimanere indietro e, anche a costo di aumentare livemente il prezzo, vuole continuare ad offrire un prodotto eccezionale ad un prezzo competitivo. L'unico motivo per continuare a non prenderlo quantomeno in considerazione è la paura da acquisti online.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottima qualità costruttiva
  • Buon software
  • Buon display
  • Buona fotocamera
Contro
  • Memoria non espandibile
  • La fotocamera frontale deve essere migliorata via software
  • Batteria non removibile
  • La ricarica è rapida solo con il suo cavo e il suo alimentatore