7.9

Minix Neo U9-H, finalmente un box Android come si deve! La recensione (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione Minix Neo U9-H

Minix Neo U9-H è un box Android che abbiamo provato già lo scorso settembre ad IFA 2016. Arrivato in commercio solo in primavera, gli abbiamo volentieri dedicato ora una recensione completa perché sapevamo che non ne saremmo rimasti delusi. E così è stato. Anche se…

8.0

Confezione

Minix Neo U9-H vi accoglie con una confezione abbastanza ampia, nonostante il box relativamente piccolo, che al suo interno comprende anche un piccolo telecomando (vedi sotto) un Cavo HDMI, un cavo micro USB ed un cavo OTG, dato che c’è una porta dedicata sul fianco del box. Confezione quindi un po’ più ricca del solito, che non include però le batterie per il telecomando, che praticamente nessuno ha.

7.5

Hardware

  • Processore: Amlogic S912-H con GPU Mali T820MP3
  • RAM: 2 GB DDR3
  • Memoria interna: 16 GB eMMC espandibili tramite microSD
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 ac dual band (2,4 e 5,8 GHz), Bluetooth 4.0
  • Porte di comunicazione: Gigabit Ethernet, HDMI, 3x USB 2.0, lettore micro SD, SPDIF, micro USB (OTG), jack 3,5mm (microfono), jack 3,5mm (cuffie)
  • OS: Android 6.0.1 Marshmallow

Minix Neo U9-H adotta una soluzione di Amlogic che era relativamente nuova al momento del suo annuncio, ma che non lo è più così tanto attualmente. Si tratta comunque di un SoC pensato appositamente per la multimedialità, che riproduce anche contenuti 4K HDR. Sempre un po’ risicato lo spazio di storage, ottima però la connettività Wi-Fi, che come da tradizione Minix è un passo avanti alla concorrenza. Tante anche le porte disponibili, ma nessuna USB 3.0, anche se in compenso abbiamo l’OTG. Diciamo che è un box con l’hardware giusto per ciò che vuol fare, ma non è certo il più potente mai visto.

6.0

Telecomando base

Minix Neo U9-H include nella confezione un telecomando davvero basilare. Il che di per sé non sarebbe nemmeno una cattiva idea, perché in questo modo ne sono state ridotte anche le dimensioni ed è più intuitivo capire quali sono i tasti che contano, rispetto a telecomandi con troppi pulsanti che possono confondere l’utente meno esperto. Il problema è che non comprende alcun controllo per un puntatore a schermo. Non pretendiamo un air mouse su una cosa tanto basilare, ma almeno poter spostare un puntatore con il pad direzionale sì! Va da sé poi che, nonostante il box supporti l’HDMI-CEC, per usare un telecomando unico per tutti i dispositivi connessi, non potrete certo usare questo telecomando per controllare nient’altro che non sia il Minix U9-H, data la penuria di pulsanti

8.0

Telecomando Minix Neo A3

Minix Neo U9-H viene venduto anche in bundle con un telecomando di tutt’altra pasta rispetto a quello standard: il Neo A3. Si tratta di un dispositivo che funziona solo tramite dongle dedicato, e che quindi andrà ad occupare permanentemente una delle porte USB del box. È però un telecomando di tutt’altro stampo rispetto a quello base, che non solo comprende molti più tasti dedicati ad Android (volume, multimedia, app recenti, home, back, multitasking, ecc.) ma è dotato anche in un buon air mouse, ovvero un puntatore che potrete spostare semplicemente inclinando il telecomando.

Attenzione solo ad una cosa. Quando premerete il pulsante col simbolo di Android sul telecomando, che serve a cliccare con l’air mouse, dovrete premerlo molto precisamente, perché la pressione accidentale del pad direzionale che circonda l’androide disattiverà l’air mouse stesso. E sempre in tema di avvertenze: se collegherete al box un gamepad, sia Bluetooth che cablato, vi consigliamo di scollegare il dongle del telecomando, perché essendo riconosciuti entrambi come dispositivi di input potrebbero andare in conflitto, ovvero non tutti i giochi potrebbero riconoscere correttamente tutti i pulsanti del gamepad, col risultato di renderli ingiocabili.

Tornando invece ai pro del Neo A3, annoveriamo senz’altro la tastiera QWERTY posta sul retro, che velocizza tantissimo la navigazione (sia in internet che in tante altre app), ed anche i comandi vocali. Sul telecomando è infatti presente anche un microfono, pertanto è possibile interagire con le app sfruttando la voce, ad esempio “parlando” al Play Store per effettuare una ricerca.

In definitiva, Minix Neo A3 è il telecomando ideale per questo tipo di box, ma anche nel suo caso mancano i pulsanti tipici di un televisore, rendendo “inutile” la funzione HDMI-CEC, anche nel suo caso.

8.0

Software e prestazioni

Minix U9-H non delude. E siamo contenti di dirlo, dopo che gli ultimi box recensiti non ci avevano entusiasmato. L’interfaccia è una rielaborazione di Minix di quella di Android TV. Bene o male funziona, esteticamente forse non sarà pregevolissima, ma non è comunque inferiore alla media. Buon l’idea di avere delle cartelle nella home, piuttosto che solo un elenco di applicazioni, soprattutto se pensate di installarne tante.

Il sistema è aggiornato ad Android 6.0.1 Marshmallow, con patch di sicurezza datate alla scorsa estate. Minix probabilmente non aggiornerà più il sistema operativo a nuove versioni di Android, ma anche nel nostro periodo di prova ha comunque aggiornato il box con vari fix e qualche migliori all’interfaccia. Non è da tutti.

Buona anche la compatibilità delle app, tanto che quelle più classiche per il grande schermo si installano tranquillamente dal Play Store. Rai Play, Premium Play e Netflix sono pronte ad offrirvi i contenuti che volette, se siete abbonati. Chiariamo che non si tratta di un box certificato Netflix, ovvero non vi spingerete oltre la risoluzione HD, come del resto in tutti i tipici box cinesi, ma Netflix gira comunque senza problemi. Abbiamo invece notato che DPlay tende spesso ad andare in buffering infinito nel caricamento dei video, ma è stata in pratica l’unica app a darci dei problemi.

Ottima la riproduzione video con app di terze parti, in particolare con il Kodi preinstallato, che riproduce qualsiasi cosa gli diate in pasto. I nostri consueti test non hanno evidenziato alcun problema con codec H.264/H.265 in 4K a 140 Mbit, 4K in webm, 4K HDR. Rapido il lancio, preciso il seek, e quasi assenti i caricamenti. Gli unici possibili rallentamenti sono all’apertura dei file con maggiore bitrate, ma si stabilizzano nel giro di pochi secondi. Davvero poco da eccepire dal punto di vista multimediale, complice il SoC in dotazione, ma anche il buon lavoro software di Minix, che sa venirgli incontro egregiamente.

Ottime impressioni anche sul fronte ludico. Modern Combat 5 gira in modo quasi impeccabile (lievissimi rallentamenti solo nelle situazioni davvero più concitate, ma niente che pregiudichi il gioco né che accada troppo spesso), molto fluido Asphalt Extreme e con texture in alta risoluzione. Non sarà una macchina gaming definitiva, ma non disdegna insomma di accompagnarvi con i classici giochi Android da gamepad.

6.5

Prezzo

Minix Neo U9-H non punta tutto sul prezzo, come altri box cinesi. È infatti sensibilmente più caro della media, anche più del doppio (150€ circa di listino). Il rovescio della medaglia però è che funziona tutto bene ed avrete un produttore che supporta i suoi prodotti molto più di altri. Attenzione però ad approfittare di qualche offerta, perché a 200€ c’è la Shield TV che è regina incontrastata di questo tipo di dispositivi, e non è mai saggio andargli anche solo lontanamente vicino. Qui sotto vi lasciamo alcune offerte disponibili nel momento in cui scriviamo questa recensione, invitandovi a ricercarle se doveste acquistarlo tra qualche tempo.

Foto

Giudizio Finale

Minix Neo U9-H

7.9

Minix Neo U9-H

Minix Neo U9-H è un box TV che fa esattamente ciò che deve fare: riprodurre tutti i video che volete, comportarsi bene nello streaming, e permettervi anche di giocare un po'. Lo fa ad un prezzo superiore alla media, al quale non corrisponde un hardware particolare, che soffre ancora dei classici (e pochi) 16 GB di memoria interna (espandibile). Di contro avrete un sistema stabile, affidabile e con un software che non tradisce, per quanto fermo a Marshmallow.

di Nicola Ligas
Pro
  • Praticamente impeccabile nei video
  • Qualità software Minix
  • Tante porte
  • Molto buono il telecomando Neo A3
Contro
  • Prezzo
  • Telecomando incluso appena sufficiente
  • Solo 16 GB di storage
  • Nessun "extra"