8.5

Lenovo Moto G5 Plus, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Lenovo G5 Plus

La serie Moto G si è resa famosa nei primi anni della sua nascita e ha perso un po’ di fascino negli anni, a causa della perdita della sua identità e di una concorrenza sempre più agguerrita. Si capisce da molti aspetti però che quest’anno Lenovo vuol far tornare a parlare di Moto G. Scopriamo Moto G5 Plus nella nostra recensione.

LEGGI ANCHE: Recensioni Lenovo

7.0

Confezione

La grande confezione verde di Lenovo Moto G5 Plus contiene al suo interno un cavo USB-microUSB e un alimentatore TurboPower 12V/1.2A.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

Lenovo ha scelto si smussare il design del suo smartphone, andando a ridare un po’ di tono al prodotto sostituendo il lettore di impronte digitali frontale con uno più aggraziato (ovale e incavato) e con un nuovo retro in metallo, circondato da un profilo che è realizzato invece in plastica. Al tatto lo smartphone trasmette buone sensazioni e alcuni dettagli, come il tasto di accensione zigrinato e il logo in rilievo, lo rendono ancora più curato. Peccato per la fotocamera sporgente sul retro. Le dimensioni non sono poi particolarmente contenute ma nel complesso nella sua fascia si difende più che bene. Il telefono è poi idrorepellente, il che vuol dire che può resistere agli spruzzi (ma non può essere immerso).

8.0

Hardware

Lenovo ha aggiornato in toto l’hardware di questo Moto G5 Plus portandolo in un sol colpo ad un livello superiore. Abbiamo un processore Snapdragon 625 octa core da 2 GHz, una GPU Adreno 506 e adesso 3 GB di RAM. Anche la memoria interna aumenta, anzi per la precisione raddoppia, arrivando a 32 GB e rimanendo sempre espandibile. Ottima poi la possibilità di espandere la memoria senza rinunciare al supporto della seconda SIM, rendendolo uno dei pochi dotati di questa caratteristica. Buona la connettività LTE fino a 300 Mbps, Wi-Fi n (a doppia banda), Bluetooth 4.2, GPS assistito e NFC. Curiosa l’assenza della bussola digitale, vista la presenza di tutti gli altri sensori.

Chiudiamo con la presenza della radio FM. L’audio viene fornito solo dalla capsula auricolare. Il volume è nella media, la qualità è invece discreta. Molto bene il lettore di impronte digitali frontale: molto rapido nel riconoscimento e sempre molto preciso.

SCHEDA: Lenovo Moto G5 Plus

8.5

Fotocamera

Lenovo ha aggiornato in modo importante la fotocamera di questo G5 Plus, introducendo un sensore Sony IMX362 da 12 megapixel dotato della stessa tecnologia Dual Pixel che avevamo visto anche su S7 (ma non solo). Si tratta di un buon sensore, con apertura ƒ/1.7 e supportata da un doppio led flash a doppia tecnologia. È capace poi di registrare discreti video in 4K. L’HDR automatico è poi presente e funziona anche sulla fotocamera frontale da 5 megapixel (ƒ/2.2) che offre buoni scatti ed ha un campo molto ampio.

Nel complesso le foto sono buone e hanno una notevole quantità di dettaglio. Con poca luce si perde prima di tutto in colore, ma si difende comunque in modo onorevole rispetto alla categoria, diventando senza ombra di dubbio uno dei migliori smartphone per fare foto nella sua fascia di prezzo.

SAMPLE: FotoVideo

7.5

Display

Moto G5 Plus è dotato di un display Full HD realizzato con tecnologia IPS e diagonale da 5,2 pollici. La risoluzione è buona, così come sono buoni i colori, mentre la luminosità è solo discreta. Ci siamo trovati bene in generale, ma fatica anche al massimo a contrastare la luce di una giornata di sole pieno. È dotato di Moto Display che permette di mostrare le notifiche sullo schermo quando lo smartphone viene sollevato e sopperisce all’assenza di led di notifica.

8.0

Software

Il nuovo smartphone Lenovo viene immesso in commercio con Android alla versione 7.0 Nougat. Le personalizzazioni, anche in questo caso sono minime e tutte ben “studiate”. Si tratta come di consueto di un mini Nexus, con Google Now nella scheda a sinistra della home, il drawer che trascina verso l’alto e tutte le altre funzionalità che trovereste su un telefono Google. Non manca poi il multiwindows anche se l’attivazione richiede un mezzo passo in più. Questo è dovuto ad una particolare implementazione delle gesture sul tasto home. Uno swipe laterale, in base alla direzione permette di aprire il multitasking o andare indietro. Un tocco permette di accedere alla home e infine una pressione prolungata bloccherà il telefono. Se terrete il dito ancora un secondo però, invece di bloccarsi lo schermo, si attiverà Google Now. Imparare è facile, ma trascinare il dito lateralmente non sempre ci ha dato il risultato sperato.

Le altre funzionalità del software sono principalmente relative a Moto Actions: abbiamo l’apertura della fotocamera con un doppio movimento del polso, la torcia con un doppio “martellamento” e la possibilità di utilizzare il telefono con una mano riducendo lo schermo, attivabile scorrendo un dito dal basso verso il lato dello schermo. Quest’ultima modalità presuppone però di disattivare le gesture sul tasto e abilitare i tasti a schermo. L’intero sistema è fluido in praticamente ogni occasione e l’impressione di avere un telefono Made By Google è confermata in ogni momento.

8.0

Autonomia

La batteria è una 3000 mAh integrata permette allo smartphone di arrivare con praticamente qualsiasi tipo di utilizzo a fine giornata con un po’ di autonomia residua. Con un utilizzo medio o tendente al parsimonioso non sarà impossibile arrivare a due giorni con una singola carica. Ottima poi la presenza della tecnologia TurboPower che permette di ricarica il modo estremamente rapido.

7.5

Prezzo

Lenovo Moto G5 Plus viene commercializzato in Italia a 299€. Il prezzo è più alto delle soluzioni della famiglia K di Lenovo, ma offre anche di più. A questo prezzo si scontra ormai con un numero notevole di dispositivi, ma riesce comunque a distinguersi. Il che non è affatto poco.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Lenovo G5 Plus

8.5

Lenovo G5 Plus

Lenovo Moto G5 Plus riporta la famiglia "Moto G" in una posizione elevata rispetto alla media. E questo non è sicuramente poco, considerando quanto sia agguerrita la concorrenza nella sua fascia di prezzo. Buona autonomia, software fluido e fotocamera sopra la media lo rendono molto interessante.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Fotocamera sopra la media
  • Buona autonomia
  • Software fluido
  • Lettore di impronte molto rapido
Contro
  • Display non particolarmente luminoso
  • Il design non colpisce
  • Le gesture sul tasto non sono sempre precise
  • Manca la porta Type-C