8.1

Honor 6C Pro, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Honor 6C Pro

A sei mesi dal lancio del suo precedente Honor 6C l’azienda ha deciso di rinnovare il suo prodotto di fascia bassa con una variante Pro, che mantiene alcune delle sue caratteristiche ma ne cambia altre, migliorando due dei punti più deboli del precedente modello.

LEGGI ANCHE: Recensioni Honor

6.0

Confezione

La confezione azzurra di Honor 6C Pro contiene all’interno un cavo USB-microUSB e un alimentatore 5V/1A.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

Honor 6C Pro differisce su alcuni dettagli rispetto al precedente modello, ma nel complesso è uno smartphone realizzato in modo simile. Il frame è in plastica lucida sul bordo e opaca nelle due bande sul retro, mentre il pannello posteriore che avvolge fotocamera e lettore di impronte è in metallo. Trattiene abbastanza le impronte digitali ma è anche facile da pulire. Il suo punto forte è sicuramente quello di essere sottile (7,7 millimetri) e leggero (solo 145 grammi), risultando in mano come uno smartphone molto gradevole da utilizzare nel quotidiano e che non darà mai fastidio in tasca.

8.0

Hardware

L’hardware di Honor 6C Pro è stato rinnovato. Abbiamo un processore Mediatek MT6750 octa core da 1,5 GHz con GPU Mali T860MP2, ben 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna espandibile utilizzando una microSD (lo slot è ibrido e va condiviso con quello della seconda SIM). La connettività è sufficiente: LTE fino a 150 Mbps, Wi-Fi b/g/n, Bluetooth 4.1 e radio FM. Manca invece il chip NFC. Il lettore di impronte digitali posizionato sul retro è comodo da raggiungere anche con una sola mano e sblocca lo smartphone rapidamente. Lo speaker è posizionato in basso ed ha un volume ed una potenza leggermente superiori alla media.

Nel complesso le performance dello smartphone sono buone e siamo arrivati ormai vicini a quelle che sono le performance dei medio gamma di solo 1-2 anni fa.

SCHEDA: Honor 6C Pro

8.0

Fotocamera

La fotocamera principale è una 13 megapixel ƒ/2.2 con singolo led flash. Nonostante il software Honor per la fotocamera non sia fra i migliori in circolazione gli scatti che riusciamo a realizzare sono decisamente buoni per la fascia di prezzo. Certo: i colori sono un po’ spenti e ombre e luci non sempre vengono gestite alla perfezione, ma rimanendo appunto nella fascia di questo smartphone è difficile pretendere di meglio. Occasionalmente infatti riuscirete infatti a realizzare scatti inaspettatamente buoni. Sufficienti i video Full HD a 30 fps che non godono di alcuni tipo di stabilizzazione. Discreta la fotocamera frontale da 8 megapixel che come per la fotocamera principale è capace di realizzare foto più che discrete per la fascia di prezzo.

SAMPLE: FotoVideo

8.0

Display

Uno dei punti più deboli di Honor 6C era sicuramente il suo display. Questo 6C Pro sicuramente passa oltre alla problematica e monta un nuovo display da 5,2 pollici (quindi più grande), sempre a risoluzione HD (1280 x 720 pixel). I colori sono buoni e appaiono brillanti quanto basta per uno smartphone di questo tipo. Anche la luminosità è buona, pur senza arrivare ai livelli di smartphone più blasonati. È comunque un display nel complesso buono e che fa dimenticare quello che era stata la delusione del precedente modello. Buono anche il trattamento oleofobico del vetro.

7.5

Software

Un altro problema di Honor 6C era l’essere stato immesso con una vecchia versione di Android (la 6.0). Sul nuovo Honor 6C Pro troviamo invece Android 7.0 Nougat. Certo, ormai è disponibile Android 8.0 Oreo, ma considerando che questo non è arrivato sulla maggior parte degli smartphone era difficile aspettarselo già ora su un prodotto economico. Non ci sono comunque grandi novità in termini di funzionalità che rimangono quelle più classiche dell’accoppiata Honor/Huawei. Abbiamo la possibilità di registrare lo schermo, il tasto “volante” con le funzioni rapide, i temi, il software per la gestione di permessi e accesso alla rete, un file manager con la possibilità di proteggere alcuni file, la modalità ad una mano e la possibilità di invertire i tasti touch di sistema.

Si tratta di un software un po’ datato esteticamente, ma che funziona bene e in questa fascia di prezzo riesce a offrire funzioni che altri smartphone non hanno. Tutto il sistema rimane scattante per buona parte delle operazioni che eseguirete pur con qualche limite durante le situazioni più concitate.

8.0

Autonomia

La batteria è una 3000 mAh. Si riesce sempre ad arrivare a fine giornata con una singola carica, anche grazie ad un processore non particolarmente oneroso in termini energetici. Con un utilizzo blando non sarà impossibile arrivare anche a due giorni pieni con una singola carica.

8.0

Prezzo

Honor ha fortemente ribassato il prezzo dello smartphone abbattendolo di ben 50€. Honor 6C Pro infatti viene lanciato sul mercato italiano a soli 179€, un prezzo tutto sommato contenuto, considerando che i suoi diretti concorrenti sono stati tutti lanciati a prezzi superiori.

Foto

Giudizio Finale

Honor 6C Pro

8.1

Honor 6C Pro

Honor 6C Pro torna ad essere, dopo un'esperienza non proprio brillante con 6C, un prodotto sicuramente interessante. Fotocamera, display e software sono nel complesso superiori alla media per la fascia di prezzo e anche l'autonomia è sicuramente un suo punto forte.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • 32 GB di memoria interna
  • Buon display
  • Sottile e leggero
  • Prezzo contenuto
Contro
  • Si deve scegliere fra seconda SIM e memoria espandibile
  • Il frame è in plastica
  • Wi-Fi a singola banda
  • Prestazioni non eccezionali