8.5

Google Pixel 2, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Google Pixel 2

Google ha scelto in questo 2017 di lanciare i suoi smartphone con Assistant sul nostro mercato. Anzi, al singolare. Perché per una non ben chiara logica l’azienda non ha portato in Italia la versione più compatta dello smartphone ma ha invece scelto di lanciare solo la versione XL. Scopriamo comunque anche la versione più piccola, acquistabile in altri paesi d’Europa e quindi di importazione anche da noi.

LEGGI ANCHE: Miglior smartphone Android

7.0

Confezione

La confezione contiene al suo interno un cavo USB-C/USB-C, un alimentatore 9V/2A, un adattatore da USB-C a jack audio da 3,5mm e un adattatore USB-C/USB-A, comodo per trasferire i dati da un vecchio telefono o per collegare altri dispositivi. Purtroppo niente auricolari.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

Google Pixel 2 ha lo stesso design del modello più grande con una scocca in metallo verniciato e una parte in vetro nel blocco più alto del posteriore. Non esiste la versione bicromatica. In mano lo smartphone risulta solido e ben costruito, estremamente piacevole al tatto. Gli manca però qualcosa. Quel qualcosa che ci saremmo aspettati da un dispositivo al top venduto ad un prezzo importante. Non fraintendeteci: non è costruito male ma, ancor più della versione XL che in qualche modo fa capire la sua caratura con il display, qui è difficile a primo impatto scambiarlo per un telefono premium. Frontalmente attorno al display troviamo una fresatura cromata. I tasti sono sul lato destro, si premono bene ma il bilanciere del volume ci è sembrato un po’ troppo “morbido”. Pixel 2 si fa però perdonare con l’ergonomia. Lo smartphone si utilizza bene con una sola mano e in tasca quasi scompare. Lo smartphone rimane resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP67.

8.5

Hardware

Google Pixel 2 ha lo stesso hardware della sua variante “gigante”. Abbiamo infatti il processore Snapdragon 835 octa core da 2,35 GHz e la GPU Adreno 540. Troviamo poi 4 GB di RAM e 64 o 128 GB di memoria interna purtroppo ancora una volta non espandibile. Molto buona la connettività: LTE fino a 800 Mbps, Wi-Fi ac a doppia banda, Bluetooth 5.0 e NFC. Il led di notifica è presente (anche se è da abilitare via software), abbiamo il supporto allo standard 3.1 dell’USB-C e il GPS trova il supporto anche di GLONASS e Galileo. Peccato per l’assenza di jack audio. Il lettore di impronte digitali è posizionato sul retro ed è pressoché fulmineo (può essere utilizzato anche per aprire la tenda delle notifiche). L’audio è stereo e viene fornito dai due speaker frontali. Il volume è decisamente alto e anche la qualità è superiore alla media.

SCHEDA: Google Pixel 2

9.0

Fotocamera

Anche la fotocamera è la stessa della versione extralarge. Abbiamo un sensore da 12 megapixel ƒ/1.8 con stabilizzazione ottica dell’immagine. Si tratta di una delle migliori fotocamere per smartphone in circolazione capace di catturare foto ricche di dettagli, bilanciate nei colori e nell’esposizione. Anche con poca luce i risultati, seppur con i limiti di un sensore così piccolo, sono superiori alla media. Anche senza una seconda fotocamera questo telefono è capace di realizzare ottime foto in modalità ritratto, scontornando perfettamente i soggetti e sfocando lo sfondo. Non funziona sempre però se il soggetto della foto non è una persona. Questa “magia” è possibile grazie all’utilizzo della tecnologia Dual Pixel e dell’intelligenza artificiale. L’HDR+ automatico fa poi il resto della magia, trasformando foto scattate anche in situazioni molto difficili in immagini più che godibili. Discreta anche la fotocamera frontale da 8 megapixel ƒ/2.4. Anche lei, sempre grazie al software può realizzare foto con sfocatura.

Bene anche i video in 4K che godono anche della stabilizzazione software. L’immagine è quindi estremamente stabile e i colori sono ben bilanciati. Rapido anche il calcolo della messa a fuoco e dell’esposizione. Presenti infine le foto animate e l’apertura della fotocamera con la doppia pressione del tasto fisico ci accensione.

SAMPLE: FotoVideo

8.5

Display

La più grande differenza fra la variante XL e questo Pixel 2 è sicuramente il display. Si tratta di un piccolo 5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel). È realizzato in tecnologia AMOLED ed è nel classico formato 16:9. Si lascia apprezzare, ma ammettiamo che su un prodotto così compatto un 18:9 sarebbe stata una scelta ancor più vincente. Lo schermo ha una buona luminosità, un buon bilanciamento dei colori e sopratutto nessun segno dei toni blu che appaino sul fratello maggiore appena lo si inclina. È possibile tarare poi il contrasto dalle impostazioni scegliendo quindi un setup più fedele o uno più appariscente. Presente poi il risveglio con il doppio tocco, l’always-on display e la luminosità notturna, anche in automatico dal tramonto all’alba.

8.5

Software

Ovviamente all’interno di questo Pixel 2 troviamo Android alla versione 8.0 Oreo. Il vantaggio di avere uno smartphone made by Google è proprio quello di avere un software pensato da Google specificatamente per quel dispositivo e con tutte le novità già pronte. Parliamo per esempio delle nuove notifiche, della possibilità che lo smartphone riconosca (offline) i brani che vengono riprodotti nell’ambiente e dei nuovi puntini di notifica sulle applicazioni nella vostra home (le stesse icone che già da Nougat hanno anche le scorciatoie rapide alla pressione prolungata). Potrete poi ridurre le (poche) app compatibili in finestra per continuare ad utilizzarle anche sopra ad altri software.

Tutto è velocissimo e integra alla perfezione due nuove tecnologie adesso disponibili anche in italiano: Google Lens, per riconoscere il contenuto delle foto e fornirvi informazioni contestuali e Google Assistant. Quest’ultimo, disponibile proprio da oggi per tutti, è la vera novità e su questo dispositivo è possibile avviarlo anche strizzando leggermente lo smartphone. L’assistente vocale come abbiamo visto non è ancora al livello della versione in inglese ma è un primo passo.

8.0

Autonomia

La batteria è una 2700 mAh. I risultati che ci ha permesso di ottenere in una lunga giornata lavorativa sono stati molto buoni e riuscirà praticamente sempre a portarvi a fine giornata. Un risultato tutt’altro che scontato considerando la potenza del processore e la risoluzione del display. Avrete poi a disposizione la ricarica inversa e la ricarica rapida con l’alimentatore in dotazione (ma, proprio come per 2 XL, non così rapida come la concorrenza).

6.5

Prezzo

Google Pixel 2 non è venduto nel nostro paese ma è in vendita sullo store tedesco a 799€. Il prezzo non è certo contenuto, ma è in linea con l’hardware e le performance che otterrete.

Acquisto

Il modo migliore per comprare un Pixel 2 è sicuramente quello di cercare qualche rivenditore su eBay Italia. Al momento in cui scriviamo partono da circa 750€.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Google Pixel 2

8.5

Google Pixel 2

Google Pixel 2 è un prodotto per certi versi anche migliore della variante XL da noi commercializzata. Il display non ha il difetto delle sfumature blu e per alcuni il formato più compatto rimane preferibile. Peccato per la scarsa ottimizzazione della parte frontale e che ufficialmente non sia venduto in Italia.

di Emanuele Cisotti
Pro  
  • Ottima fotocamera
  • Impermeabile
  • Buona autonomia
  • Software curato e veloce
 
Contro  
  • Manca il jack audio
  • Memoria non espandibile
  • Non sembra un prodotto premium
  • Non venduto in Italia