7.3

Bluboo Edge, la recensione (foto e video)

Bluboo Emanuele Cisotti -




Recensione Bluboo Edge

Bluboo, piccola azienda cinese produttrice di smartphone, sembra aver aumentato la velocità con cui immette nuovi modelli sul mercato. Oggi recensiamo Bluboo Edge che, qualsiasi cosa vogliamo dire è comunque prima di tutto un clone di Samsung Galaxy S7 edge.

LEGGI ANCHE: Recensioni Bluboo

7.5

Confezione

bluboo-edge-def-1

La confezione contiene al suo interno un cavo USB-microUSB, un alimentatore 5V/1A, una cover in plastica trasparente rigida e una pellicola da applicare sul display (non curva sui bordi però).

7.0

Costruzione ed Ergonomia

bluboo-edge-def-4

Bluboo Edge è uno smartphone impegnativo in termini di peso, parliamo di ben 203 grammi. Questo è probabilmente dovuto al vetro molto spesso di cui parleremo più avanti. Il profilo è poi metallico, mentre sul retro abbiamo una protezione in plastica trasparente. Le due bande che potrebbero sembrare le antenne sono in realtà solo estetiche e stampate sotto la protezione trasparente. I tasti fisici di accensione e volume sui due lati si raggiungono bene, anche se sono un po’ traballanti. Nel complesso potrebbe comunque ingannare molti poco esperti, che potrebbero crederlo uno smartphone Samsung. Il vero neo è la scarsa resistenza alle impronte di entrambi i lati, che si riempiranno rapidamente di impronte.

7.0

Hardware

bluboo-edge-def-6

Bluboo Edge è dotato di un processore Mediatek MT6737 quad core fino a 1,3GHz con GPU Mali T720. Un’accoppiata abbastanza modesta per uno smartphone che esce a cavallo fra il 2016 e il 2017. Abbiamo poi 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna espandibili tramite microSD. C’è il supporto a due SIM in contemporanea e la connettività LTE garantisce velocità fino a 150 Mbps. Non manca il supporto alla banda 20. Il Wi-Fi supporta gli standard a/b/g/n e il Bluetooth è 4.0. Manca l’NFC, ma è invece presente un sensore di battito cardiaco (che tende un po’ a sovrastimare i battiti) e un lettore di impronte digitali sulla parte frontale, incastonato nel tasto fisico home.

L’unico speaker è posizionato inferiormente e ha un volume abbastanza alto anche se la qualità è invece un po’ sotto la media, tendendo a gracchiare al massimo volume.

6.0

Fotocamera

screenshot_20170108-165909

La fotocamera principale è una 8 megapixel che può scattare a 13 megapixel grazie all’interpolazione. Troviamo anche un singolo led flash per gli scatti al buio. Nel complesso le foto sono sufficienti con una buona illuminazioni, mentre sono abbastanza scarse al chiuso o con poca luce, dove le foto diventano rossastre e il rumore prende il sopravvento. Il software è poi, purtroppo, sempre il solito di Mediatek, lento nello scatto e scarno nelle funzionalità. Bluboo Edge si aggiunge alla lunga lista degli smartphone cinesi da non acquistare per la fotocamera. La fotocamera frontale è una 5 megapixel (scatta interpolando a 8 megapixel). Scarsi anche i video che vengono registrati solo in HD (1280 x 720 pixel).

SAMPLE: FotoVideo

7.5

Display

bluboo-edge-def-2

Edge ha uno schermo 5,5 pollici HD (1280 x 720 pixel) in tecnologia IPS. Per quanto il telefono venga promosso come dotato di uno schermo curvo, in realtà non lo è. Infatti solo il vetro frontale ad essere curvo e per ottenere questo effetto è stato aumentato di spessore, tanto che la capsula auricolare e il tasto home sembreranno fluttuare in questo vetro. Ammettiamo che l’ingegnoso trucco rende in buona parte l’effetto, anche se frontalmente lo schermo continuerà ad apparire sempre abbastanza piatto.

La luminosità è buona, ma con l’automatismo attivo tende a rimanere spesso troppo alta. Troviamo poi infine Miravision per poter tarare a piacimento i colori del display. Come detto anche in apertura il più grande problema del display è la scarsa resistenza allo sporco.

7.0

Software

screenshot_20170108-165743screenshot_20170108-165758

Come consuetudine c’è veramente molto poco da dire sul software di questo telefono. Si tratta di Android 6.0 Marshmallow, solo minimamente personalizzato grazie ai software Mediatek per aggiungere funzionalità come l’accensione programmata o il Turbo Download per integrare la velocità dell’LTE a quella di un Wi-Fi (magari veloce). Per il resto le altre implementazioni sono minime: troviamo le gesture a schermo spento e una pagina a sinistra della home che raccoglie le ultime news (non sappiamo da quali canali le recuperi) e le app più utilizzate. C’è anche una sezione dedicata a foto di hot woman. Mah!

Per il resto il sistema è un classico Android AOSP, ovvero essenziale, brutto e abbastanza scattante. Meglio però perdere un po’ di tempo nel Play Store per installare applicazioni migliori di quelle preinstallate.

6.0

Autonomia

La batteria è una 2800 mAh non removibile. I risultati sono molto altalenanti e dipendono, più che in altri casi dal vostro utilizzo quotidiano. Con un utilizzo blando non è impossibile arrivare anche ad un giorno e mezzo di carica. All’opposto è praticamente impossibile ottenere questo risultato stressando il telefono intensamente. In quel caso si potrebbe spegnere già a metà pomeriggio. Non certo un risultato entusiasmante.

8.0

Prezzo

Bluboo Edge viene venduto in questo momento su Gearbest a 117€ un prezzo veramente contenuto e che lo renderà interessante per un pubblico abbastanza vasto. È disponibile sia nella colorazione nera che in quella oro.

Foto

Giudizio Finale

Bluboo Edge

7.3

Bluboo Edge

Il target di Bluboo Edge è chiaro: chi vuole uno smartphone che possa sembrare un Galaxy S7 edge, ma non può permettersi quel telefono. Esteticamente è infatti gradevole, seppur nel complesso imperfetto sotto alcuni aspetti. Nel complesso è comunque interessante e al prezzo venduto vi porterete a casa il "solito" smartphone cinese ma un po' più bello.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Esteticamente gradevole
  • L'effetto del vetro curvo è interessante
  • Molto economico
  • Supporto dual SIM
Contro
  • Autonomia altalenante
  • Fotocamere scarse
  • Trattiene molto le impronte
  • Il display non è davvero curvo