7.0

ASUS Zenfone 4 Selfie Pro, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione ASUS Zenfone 4 Selfie Pro

ASUS ha rinnovato la famiglia di smartphone Zenfone 4 portando sul mercato italiano anche due prodotti pensati per i Selfie. Questo Zenfone 4 Selfie è più economico dei due ma ha comunque delle carte interessanti da giocarsi per quanto riguarda il comparto fotografico.

LEGGI ANCHE: Recensioni ASUS

7.5

Confezione

La confezione di questo Zenfone 4 Selfie Pro contiene all’interno l’alimentatore 5V/2A, un paio di discrete cuffie in-ear (con i gommini di varie misure) e il cavo USB-microUSB.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Zenfone 4 Selfie Pro è realizzato in metallo ed è un design abbastanza “comune”. Il retro è composto da una parte in metallo interrotta solo da due linee in plastica per le antenne. Particolare di fare il bordo fra la scocca posteriore e quella laterale più tagliente del solito. È una soluzione particolare, benché questo non aiuti a renderlo più maneggevole e anzi potrebbe renderlo anche un po’ più scivoloso. I tasti fisici di accensione e volume sono posizionati sul lato destro e si premono bene. Frontalmente il design è abbastanza anonimo e si allinea agli altri prodotti dell’azienda e non solo.

7.0

Hardware

L’hardware di questo smartphone è quello di un medio gamma. Abbiamo un processore Snapdragon 625 octa core da 2,0 GHz, una GPU Adreno 506 e 4 GB di RAM. La memoria interna è da ben 64 GB ed è possibile espanderla utilizzando una microSD, che vi impedirà però di utilizzarlo con due SIM visto che lo slot è condiviso. Sufficiente la connettività: LTE fino a 300 Mbps, Wi-Fi b/g/n monobanda e Bluetooth 4.2. Manca l’NFC. Nel complesso forse ci saremmo aspettati qualcosa in più da questo comparto. Presente comunque il led di notifica, la radio FM e il lettore di impronte digitali frontale preciso e rapido.

SCHEDA: ASUS Zenfone 4 Selfie

7.0

Fotocamera

La fotocamera principale di questo smartphone è una 16 megapixel con led flash che all’atto pratico non è risultata entusiasmante benché comunque più che sufficiente. Non vi aspettate però risultati godibili con poca luce dove le foto sono nel peggiore dei casi completamente buie e nel migliore con molto rumore digitale. Ma questo è perché la fotocamera che davvero dovremmo considerare come principale in questo Zenfone 4 Selfie Pro è quella frontale. Si tratta di una 12 megapixel ƒ/1.8 con led flash capace di scatti con una buona quantità di dettagli è più che sufficienti anche con meno luce. Può scattare anche a 24 megapixel sfruttando la tecnologia Dual Pixel. Il vero problema sembra essere un’applicazione non efficace dell’HDR in modalità automatica. Di fatto spesso le foto all’aperto risultano in immagini con il cielo bruciato. Potrete poi scegliere di usare la fotocamera secondaria da 8 megapixel con campo di 120°. Ottimale se dovete fare un selfie ad un numeroso gruppo di persone.

È poi presente anche la modalità sfocatura che permette di creare una sfocatura artificiale allo sfondo dietro al soggetto principale. La modalità non è però precisissima e va anche un po’ in difficoltà con più persone, non riuscendo a gestire correttamente i vari piani sfalsati. I video si registrano solo discretamente con risoluzione 4K, da entrambe le fotocamere. Anche qui l’HDR automatico (in teoria presente anche nei video) non riesce a fare molto contro la luce forte.

SAMPLE: FotoVideo

7.0

Display

Zenfone 4 Selfie Pro è dotato di un display da 5,5 pollici Amoled con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel). La fedeltà dei colori è discreta ma la luminosità massima non è altissima e con la regolazione automatica, anche al massimo, non riesce ad essere brillante come avremmo voluto e in alcuni casi risulta un po’ spento. Presente la modalità di display always on che mostrerà orario, chiamate perse e SMS ricevuti, ma purtroppo non le notifiche di tutte le altre applicazioni.

7.5

Software

Il software è ovviamente basato sulla ZenUI 4.0 che è stata costruita attorno ad Android 7.1.1 e che permette di avere le funzionalità avanzate e la grafica che ASUS ha studiato per noi. Si tratta ancora una volta di un’interfaccia un po’ fumettosa e che può essere comunque personalizzata con i temi, benché non abbiamo trovato niente di particolarmente curato da convincerci appieno. Il sistema è comunque molto godibile, abbastanza rapido nell’uso quotidiano e con una serie di funzionalità particolari e interessanti, come la Gestione Mobile per personalizzare i permessi delle app e l’accesso alla rete o la modalità bambino, oltre alla modalità facile.

Potrete infine duplicare le applicazioni social e di messaggistica, utilizzare alcune funzionalità del vecchio browser di ASUS dentro Chrome grazie a Page Marker e sfruttare il Game Genie mentre giocate per ottenere migliori prestazioni e non essere disturbati durante le vostre sessioni.

7.5

Autonomia

La batteria da 3000 mAh garantisce una discreta autonomia che però cala più velocemente se attiviamo la funzionalità di always on. Si riesce comunque mediamente ad arrivare a fine giornata anche con un utilizzo intenso che è comunque un buon risultato.

6.5

Prezzo

ASUS Zenfone 4 Selfie Pro ha un prezzo ufficiale di 399€, un prezzo in linea con i medio gamma, ma un po’ più alto di altri dispositivi simili a parità di specifiche.

Acquisto

È possibile acquistare ASUS Zenfone 4 Selfie Pro a 368€ su Amazon, un prezzo decisamente più vicino al prezzo “giusto” di questo prodotto.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

ASUS Zenfone 4 Selfie Pro

7.0

ASUS Zenfone 4 Selfie Pro

ASUS Zenfone 4 Selfie Pro è uno smartphone curioso perché dotato di una doppia fotocamera frontale che nessun altro smartphone più vantarsi di avere. Per il resto è uno smartphone nella media, che purtroppo non sposterà l'attenzione di chi non è interessato ai selfie.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Leggero
  • Interessante sistema di fotocamere frontali
  • Supporto dual SIM
  • Software per il miglioramento del volto nelle altre app
Contro
  • Schermo non molto luminoso
  • Connettività non brillante
  • La qualità fotografica non è comunque esaltante
  • Il software è ancora migliorabile