HTC Exodus sarà lo smartphone per i maniaci della sicurezza e della privacy? (foto)

Vincenzo Ronca

HTC è davvero prossima a lanciare il suo nuovo top di gamma, al quale manca poco più di una settimana per vedere la luce ufficiale, ma starebbe già pensando ad un nuovo dispositivo dalle caratteristiche particolarmente focalizzate sulla sicurezza e privacy degli utenti.

Si chiama HTC Exodus, del quale avete una curiosa anteprima nell’immagine in galleria, ed è stato presentato sotto forma di concept dall’azienda taiwanese. Consiste in un tipo di dispositivo facente quasi categoria a sé stante: la sua principale peculiarità è l’integrazione della crittografia blockchain, la quale è alla base della sicurezza di criptovalute come Bitcoin ed Etherum.

LEGGI ANCHE: Honor 10, la recensione

L’obiettivo è salvaguardia in qualsiasi situazione della privacy dell’utente e della sicurezza dei suoi dati sensibili, come quelli bancari, soprattutto sulle piattaforme cloud. HTC Exodus supporterà app di tipo decentralizzato rispetto alla piattaforma Android per garantirne l’assoluta sicurezza: la prima app di questo tipo sarebbe DApp, attraverso la quale il produttore taiwanese intende archiviare le valute digitali degli utenti.

Immaginando in modo molto semplificato la base concettuale della crittografia blockchain, dove ogni blocco della catena costituisce una parte attiva della rete stessa, in modo che se un contenuto è ritenuto sicuro da alcuni membri della catena allora si genera fiducia reciproca in tutta la rete, è facile capire che ogni singolo HTC Exodus costituirà un nodo attivo del sistema di sicurezza contribuendo alla sicurezza stessa.

In un periodo storico nel quale gli utenti sono molto sensibili alle tematiche riguardanti la privacy e la sicurezza, HTC probabilmente crede fortemente nell’offrire un prodotto molto valido e robusto in questo senso. Al momento l’azienda non ha diffuso informazioni relative alle specifiche tecniche del device ma ha reso disponibile un form attraverso il quale prenotare lo smartphone e ricevere aggiornamenti a riguardo.

Via: CNETFonte: HTC