Android P non si ferma più: novità per notifiche di sistema, impostazioni suggerite, calibrazione colore e modalità notte (foto)

Vezio Ceniccola

Android P si sta dimostrando una delle release più attente ai dettagli tra quelle mai apparse sinora. A conferma di questo, negli ultimi giorni sono stati scovati altri piccoli cambiamenti apportati da Google e presenti nella nuova Developer Preview 2, i quali vanno ad intervenire sulle notifiche, sulle impostazioni e sulla calibrazione del colore.

Evitare notifiche di sistema

Se avete spesso il pannello notifiche strapieno di avvisi inutili o superflui, con la nuova versione del robottino verde potrete scegliere in maniera più semplice ed intuitiva quali notifiche di sistema non ricevere. Per farlo, basta andare nelle impostazioni, sezione app, e selezionare le app di sistema che in italiano si chiamano “UI sistema” e “Sistema Android“.

Entrando nella sezione notifiche, troverete una lista di servizi a cui potrete togliere la spunta, per non ricevere la rispettiva notifica. Ad esempio, è possibile evitare di ricevere ogni avviso per ogni screenshot effettuato, oppure disabilitare la notifica per il collegamento all’auto, per la modalità sviluppatore, per le tastiere fisiche rilevate o altro ancora.

La novità è ancora in sviluppo: nel passaggio tra Android P DP1 e DP2, alcune opzioni sono state disabilitate, ma si stanno aggiungendo sempre più voci all’elenco, dunque speriamo che tale possibilità sia pronta nel momento del rilascio finale del sistema.

Impostazioni suggerite

All’interno della nuova DP2 è presente un’app inedita chiamata Settings Suggestions. Questo piccolo servizio di sistema si dovrebbe occupare di presentare all’utente i toggle più frequenti in maniera predittiva, vale a dire imparando dall’utilizzo stesso che il proprietario fa del suo dispositivo e dalle informazioni in base alla posizione e al calendario.

Per fare qualche esempio, sarà possibile ricevere il suggerimento per abilitare il Bluetooth quando si inizia a guidare in auto, oppure silenziare il dispositivo quando si va in ufficio, o anche un avviso per impostare velocemente la modalità vibrazione.

Allo stato attuale il servizio non è ancora attivo e non può essere utilizzato, ma probabilmente si avranno ancora sue notizie nelle prossime Developer Preview.

Regolazione dei colori “Automatica”

Per quanto riguarda la regolazione dei colori del display, sui Pixel 2 potrebbe presto comparire una nuova modalità, completamente inedità. Sono state infatti trovate tracce della modalità “Automatica“, che dovrebbe essere in grado di aggiustare la calibrazione cromatica a seconda dell’app o della situazione.

Questa novità dovrebbe essere inclusa nel pannello della regolazione dei colori presente nelle impostazioni, andando ad aggiungersi alle tre attuali visibili nell’immagine in basso, ma per adesso ci sono riferimenti solo a livello di codice, dunque non è ancora utilizzabile.

LEGGI ANCHE: Android P DP2, altre novità in test

Nuove opzioni per la modalità notte

Più opzioni e possibilità di scelta dovrebbero arrivare anche per la modalità notte, o anche “Night Light” per dirla in inglese. Sempre andando a spulciare nel codice, sono spuntate fuori alcune stringhe che citano nuovi strumenti di gestione della modalità, molto più specifici di quelli presenti su Oreo.

Ad esempio, si potrà attivare la modalità notte fino all’alba o ad un orario scelto a piacere, oppure spegnerla fino al tramondo o ad una certa ora, in modo che il meccanismo sia automatizzato e sappia quando riattivare o spegnere la funzione.

Anche in questo caso bisognerà attendere la versione finale di Android P per sapere se questi cambiamenti saranno inclusi davvero, ma le prospettive sono certamente molto interessanti.

Via: Android Police, XDA Developers (1), (2), (3)