Con Android P le app andranno in crash senza nemmeno avvertirci: rimossa la classica finestra di dialogo (video e foto)

Vincenzo Ronca -

Android P è ancora in fase di sviluppo e perfezionamento ma grazie alle due developer preview, delle quali la seconda è pubblica, conosciamo già parecchio relativamente ai cambiamenti che apporterà ed alle funzionalità che introdurrà. Tra le tante, oggi parliamo della rimozione della classica finestra di dialogo relativa al crash di un’app, che siamo stati abituati a vedere fino ad Android Oreo.

La finestra di dialogo ANR (App Not Responding) verrà rimossa con Android P: quando un’app andrà in crash o non risponderà più al sistema, essa si chiuderà senza avvertire l’utente sull’accaduto. La motivazione della scelta presa da Google risiede nel fatto che la comunicazione all’utente su questo tipo di eventi non porta alcun beneficio.

LEGGI ANCHE: gesture di navigazione in Android P, la prova

Per gli sviluppatori, invece, questo è influente: a partire da Android P, Google li incoraggia a non eseguire nel thread principale della struttura del sistema, cercando di promuovere la limitazione dei servizi in background e l’uso delle nuove API AsyncTask. Il video in fondo all’articolo è relativo all’argomentazione di questa tematica da parte di Google durante il suo ultimo keynote.

Approcciandosi a questa strada, gli sviluppatori dovranno tenere d’occhio maggiormente gli strumenti che monitorano gli arresti anomali come Firebase piuttosto che il feedback diretto degli utenti, per testare l’andamento delle proprie app. Inoltre, vi facciamo notare come, nella seconda developer preview di Android P, sia ancora possibile abilitare la finestra di dialogo ANR attraverso le opzioni sviluppatore (esempio in galleria).

Non sappiamo se questa possibilità verrà totalmente rimossa nella versione stabile di Android P, certamente capiamo che la strada intrapresa da Google è totalmente diversa ed agli sviluppatori converrebbe iniziare ad adattarcisi.

Via: XDA