Sembra che il nuovo menu app recenti di Android P sia prerogativa del Pixel Launcher e slegato dal sistema

Edoardo Carlo Ceretti

Il nuovo sistema di gesture di Android P, per quanto non ancora definitivo, ha fatto storcere il naso a diversi utenti ed addetti ai lavori – noi compresi, ma ci interessa la vostra opinione sulle gesture in generale – a causa di un guadagno in termini di praticità che fatichiamo a cogliere e dell’oggettiva occasione perduta per guadagnare spazio a schermo dall’eliminazione dei tasti di navigazione. Anche un altro dettaglio – strettamente correlato alle gesture – ci ha lasciato per il momento perplessi, ovvero il nuovo menu per le app recenti, da ora arricchito della presenza dell’app drawer.

Proprio la nuova integrazione dell’app drawer ha fatto subito balenare ad alcuni l’idea che potesse essere in qualche modo coinvolto il Pixel Launcher, che per primo ha introdotto lo swipe verso l’alto per accedere alla lista delle app installate. E in effetti, scavando più a fondo nella nuova beta di Android P, Mishall Rahman si è accorto che il nuovo menu delle app recenti non risiede, come sempre stato in precedenza, nel SystemUI, bensì proprio nel pacchetto del Pixel Launcher.

LEGGI ANCHE: Android P: tutte le novità annunciate al Google I/O 2018 

Ciò significa che, potenzialmente, disattivando (o disinstallando) il Pixel Launcher – servendosi dei privilegi di root – il rinnovato meno delle app recenti scomparirebbe, lasciando il posto alla UI precedente. Trattandosi ancora di un sistema in beta, non è detto che l’organizzazione attuale venga riproposta anche nella versione definitiva di Android P, ma rimane un risvolto interessante sulla direzione intrapresa da Google.