Gli aggiornamenti di sicurezza diventano obbligatori: Google stringe il pugno!

Nicola Ligas -

David Kleidermacher, capo della sicurezza Android, ha rivelato un’informazione molto importante a margine di una delle sessioni dell’I/O, durante la quale si discuteva dei cambiamenti positivi apportati da Project Treble, anche sul fronte degli aggiornamenti mensili. A quanto pare Google ha modificato i termini del suo accordo con i vari produttori, includendovi il rilascio delle patch di sicurezza.

We’ve also worked on building security patching into our OEM agreements. Now this will really … lead to a massive increase in the number of devices and users receiving regular security patches.

Non sappiamo in realtà quali siano i termini precisi dell’accordo. Verrebbe da pensare che si parli di un rilascio su base mensile, come sui Pixel, ma non ne abbiamo comunque la conferma assoluta, così come non sappiamo da quando entreranno in vigore queste modifiche all’accordo.

In ogni caso, sembra che Google stia prendendo ogni misura possibile per velocizzare gli aggiornamenti di Android, sia in termini del sistema operativo che per le patch di sicurezza, non meno importanti. Vedremo quindi come andranno le cose nei prossimi mesi, ma se non ci fosse un cambio di rotta con Android P, non sappiamo più cos’altro potrebbe fare BigG per cambiare lo stato della frammentazione.

Via: XDA