Novità per le app in test nel Play Store: ci saranno solo versioni “closed alpha” e “open beta”, nessuna eccezione

Vincenzo Ronca

Google ha rilasciato un aggiornamento che riguarda principalmente il modo in cui gli sviluppatori testano le proprie app sfruttando la piattaforma messa a disposizione del Play Store. Da adesso in poi, le tipologie di versioni per le app in fase di test sono soltanto due: closed alpha e open beta.

Ciò vuol dire che le versioni alpha delle app saranno da intendersi rivolte ad una ristretta cerchia di utenti vicina al team di sviluppo, i quali dovranno essere abilitati singolarmente all’accesso all’app dallo sviluppatore. Le versioni beta delle app, invece, saranno raggiungibili ed installabili da chiunque voglia farlo attraverso il Play Store.

LEGGI ANCHE: tutte le novità di Android P al Google I/O

Questa direzione intrapresa da Google conferisce, senza alcun dubbio, molto più senso ed ordine alla sezione del Play Store dedicata alle app in fase di test. Questa modifica dovrebbe già essere stata applicata, ovviamente non è retroattiva: gli sviluppatori conserveranno l’accesso ai test creati in precedenza anche se non corrispondenti alle due versioni ammesse.

Via: Android PoliceFonte: Supporto Google