Twitter al lavoro su un sistema di messaggi criptati, per Facebook invece in arrivo gli avatar in stile Bitmoji (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Continuano le grandi manovre delle maggiori piattaforme social. Se Instagram è il servizio in maggiore fermento negli ultimi tempi, anche il fratellone Facebook e il concorrente Twitter non rimangono con le mani in mano. Vediamo meglio le novità in arrivo.

Twitter e i messaggi criptati

Secondo quanto svelato da Jane Manchun Wong su (ironia della sorte) Twitter, il social media starebbe sperimentando un nuovo sistema di messaggi diretti criptati, attualmente chiamato Secret Conversations. La funzione, scovata anche nel codice di una delle ultime apk di Twitter – ma comunque destinata ad essere cross platform – supporterebbe la crittografia end-to-end per assicurare agli utenti un mezzo di comunicazione diretta sicuro.

L’indiscrezione arriva a pochi giorni dallo scandalo delle password degli utenti pubblicate in chiaro, a causa di un bug che ha colpito la piattaforma e che Twitter ha prontamente risolto. La percezione di continua violazione della privacy è crescente fra gli utenti, dunque i grandi colossi stanno correndo ai ripari per rassicurarli e questa mossa andrebbe proprio in questa direzione.

Facebook e gli avatar stile Bitmoji

Facebook invece continua a marcare stretto il rivale Snapchat, che spesso in passato ha dimostrato di avere intuizioni vincenti, i cui frutti però sono stati raccolti proprio dal social blu. La nuova funzione clone di Facebook riguarderà una serie di avatar personalizzabili con le proprie personali fattezze, in modo del tutto simile a quanto offre Bitmoji, di proprietà di Snapchat.

Questi avatar – che affondano le radici nei grandi investimenti su realtà virtuale e aumentata effettuati da Zuckerberg nel corso degli ultimi anni – potranno essere impiegati anche per la creazione di adesivi personalizzati, da riutilizzare nelle conversazioni su Facebook. I vertici del social blu hanno confermato di essere al lavoro su questa novità, dunque aspettatevela ben presto sui vostri smartphone Android e iOS.

Via: 9to5 MacFonte: Jane Manchun Wong (Twitter), Tech Crunch
twitter