Galaxy Note 9: nuovi voci sull’arrivo sul mercato anticipato rispetto al passato

Edoardo Carlo Ceretti La volontà di smarcarsi dall'uscita degli iPhone 2018 potrebbe far bruciare le tappe al nuovo gioiello di Samsung.

In occasione dell’inizio dello sviluppo software di Galaxy Note 9 – in anticipo di quasi un mese rispetto a quanto avvenuto per il predecessore – avevamo già riportato alcune ipotesi che avevano iniziato a circolare circa l’uscita sul mercato anticipata rispetto al tradizionale periodo a cavallo fra agosto e settembre. Ora, giungono dalla Corea nuove voci che corroborano tali previsioni.

Secondo quanto riportato infatti, la divisione di Samsung che si occupa di display avrebbe in programma l’inizio della produzione degli schermi Amoled di Galaxy Note 9 già a partire dal mese di aprile, in anticipo di ben due mesi rispetto a quanto avvenuto per Note 8 l’anno passato. Samsung si è rifiutata di commentare l’indiscrezione che tuttavia, se fosse confermata, renderebbe potenzialmente realistica un’uscita sul mercato per il mese di luglio (o inizio agosto).

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 9: ecco le possibili specifiche tecniche

Dietro una tale accelerazione ci potrebbe essere la volontà di bruciare sul tempo Apple e i suoi nuovi iPhone 2018, al contempo eludendo uno scontro troppo ravvicinato e facendo man bassa di potenziali utenti degli smartphone di Cupertino. Sempre secondo le indiscrezioni trapelate, il display di Galaxy Note 9 sarebbe lievemente più ampio rispetto a quello del predecessore (6,38″ contro 6,32″) e non dovrebbe integrare il lettore di impronte digitali. Per il momento però, è bene non fare troppo affidamento a voci ancora isolate.

Fonte: The Investor