Samsung annuncia il SoC Exynos 7 9610: slow motion a 480 FPS in full HD per la fascia media

Edoardo Carlo Ceretti Processo costruttivo a 10 nm, potenza da vendere e grande attenzione al machine learning.

Samsung ha da poco svelato ufficialmente il suo nuovo SoC Exynos serie 7, ovvero riservato agli smartphone della fascia media del mercato. Conosciuto con la sigla di 9610, il nuovo chip è in diretto successore del 7885 integrato nel suo ultimo semi-flagship, ovvero Galaxy A8 (2018).

Si tratta di un SoC prodotto tramite il processo costruttivo a 10 nm FinFET e dotato di 8 core, di cui 4 Cortex-A73 settati a 2,3 GHz e 4 Cortex-A53 con clock di 1,6 GHz, mentre la GPU integrata è una ARM Mali-G72. Quindi grande forza bruta per le prestazioni pure, ma anche efficienza nei consumi.

LEGGI ANCHE: Intanto Samsung ha iniziato lo sviluppo software di Galaxy Note 9

Freddi numeri a parte, il nuovo Exynos 7 9610 vanta eccellenti doti multimediali, grazie all’integrazione di una rete neurale che consente importanti passi in avanti nel sistema di riconoscimento facciale, nella modalità ritratto (con effetto bokeh) anche con singola fotocamera e nel catturare immagini in situazioni di luci basse. Il cavallo di battaglia però è la ripresa video in slow motion in full HD, addirittura a 480 FPS.

Exynos 7 9610 integra poi un modem LTE Cat.12 3CA in download (fino a 600 Mb/s) e Cat.13 2CA in upload (fino a 150 Mb/s). L’inizio della produzione di massa del nuovo chip di Samsung è prevista per la seconda parte dell’anno, perfettamente in tempo per essere integrato nella gamma 2019 della serie di smartphone Galaxy A.

Fonte: Samsung
Exynos