In attesa degli smartphone flessibili, Samsung pensa anche ai display estendibili (foto)

Edoardo Carlo Ceretti Un nuovo brevetto ci mostra un'altra declinazione del concetto di versatilità applicato ai futuri smartphone.

Che Samsung sia al lavoro sul suo primo smartphone flessibile – atteso come la prossima rivoluzione del settore mobile – non è più un segreto, così come non lo sono le difficoltà tecniche di un’impresa simile. Non basta infatti creare un display capace di flettere, ma è necessario affrontare il problema derivante da tutte le altre componenti interne, in primis la batteria.

Non stupisce quindi che Samsung stia sondando anche scenari alternativi, che vadano nella direzione di aumentare la versatilità dei nostri smartphone, aggirando però molti degli ostacoli che uno smartphone completamente flessibile pone. Da un nuovo brevetto è infatti emersa una bozza di uno smartphone Samsung dotato di un display estendibile.

LEGGI ANCHE: ZTE Axon M, la recensione

Come potete vedere dalle immagini, il dispositivo in questione sarebbe in grado di aumentare considerevolmente la superficie del display grazie allo scorrimento dei bordi laterali, che svelerebbero due display secondari che andrebbero a congiungersi con quello principale. Questi due sarebbero nient’altro che pannelli capaci di ripiegarsi all’interno della scocca quando non in uso e srotolarsi all’esterno a piacimento dell’utente.

Come sempre in questi casi, è improbabile che un progetto di questo tipo veda mai la luce in quanto, pur aggirando il problema della flessibilità di batteria e molte componenti interne, creerebbe comunque problemi di spazio interno e spessore complessivo. La direzione quindi rimane quella di smartphone completamente flessibili e chissà se Samsung sarà davvero la prima ad arrivare sul mercato con questa novità, bruciando sul tempo tutti i rivali.

Via: Patently Mobile
brevetti