Le scorciatoie di Google Assistant sono disponibili in Italia: un po’ nascoste, ma funzionanti

Nicola Ligas - Però chiamatele "scorciatoie" o potrebbero offendersi

Le shortcut di Google Assistant si stanno affacciando anche sul nostro mercato, dove sono state rinominate in Scorciatoie. Si tratta della possibilità di automatizzare creare delle scorciatoie vocali per delle azioni dell’assistente. Voi potrete, ad esempio, dire “allenamento”, e l’assistente farà partire la vostra playlist da palestra. L’unico limite è la vostra fantasia.

Il link per gestire le routine dovrebbe comparire nelle impostazioni di Assistant, sotto la sezione Servizi, ma al momento non è ancora lì che le troverete. Dovrete infatti sfruttare un piccolo escamotage per arrivare alla pagina delle scorciatoie. Andate nella pagina di una delle nuove app disponibili su Assistant, come quella di Giallo Zafferano, dal vostro smartphone, e scorrete in basso, quasi fino in fondo. Troverete la voce Gestisci scorciatoie: cliccateci sopra e si aprirà una sezione con tutte le scorciatoie più usate, che non sono altro se non una serie di routine in inglese precompilate; ma potrete anche crearne di nuove in italiano a vostro piacimento.

Per creare una nuova scorciatoia, premete il pulsante FAB con il simbolo “+” in basso a destra, scrivete o pronunciate la frase (o le frasi) di attivazione, e poi scrivete o dite a voce ciò che l’assistente dovrebbe fare di conseguenza. Attenzione però ad un paio di particolari importanti.

Il riconoscimento della frase di attivazione è case sensitive. Questo significa che se la frase fosse “Alleniamoci”, ma parlando con l’assistente questo la scrivesse come “alleniamoci”, la scorciatoia non dovrebbe partire. Il modo più semplice per scoprire come scrivere la frase di attivazione è di provare prima a dirla ad Assistant, vedere come viene interpretata e poi scriverla di conseguenza.

Anche i comandi da far eseguire ad Assistant vanno scritti con altrettanta attenzione. Se il comando non fosse corretto, Assistant eseguirà un’azione generica affine alla frase di attivazione, ma comunque non farà ciò che volevate voi. Anche in questo caso, il consiglio è di dettare a voce ad Assistant il comando che volete sia eseguito, in modo da assicurarsi che vada tutto bene, e poi potrete scriverlo all’interno della scorciatoia. A seguire alcuni screenshot di esempio a riprova di quanto appena riportato.

Aggiornamento

L’articolo è stato corretto rispetto alla prima stesura per evidenziare che si parla di shortcut e non di routine. Mi scuso personalmente per l’errore.