Xposed Framework beta disponibile per Oreo: come funziona e come installarlo (aggiornato: systemless via Magisk)

Nicola Ligas -

Rovo89 ha tenuto fede alle promesse, confezionando una prima beta di Xposed compatibile con Android Oreo (versione 8.1 inclusa). A dispetto di questo, secondo lo stesso sviluppatore questa versione di Xposed è già pronta per l’uso quotidiano, che almeno nella sua esperienza non gli ha dato particolari problemi (su Google Pixel). Ovviamente non è detto che la stessa cosa valga per tutti, quindi trattare Xposed per Oreo per quello che è: una beta, con possibili problemi annessi.

L’installazione è semplice. Anzitutto ricordate che avrete bisogno dei permessi di root, e che un backup preventivo potrebbe evitarvi problemi futuri. Fatto questo, scaricate ed installate l’Xposed Installer dal thread ufficiale e flashate via recovery l’ultimo zip del framework in base al processore del vostro dispositivo: qui trovate la versione per Android 8.0 e qui quella per Android 8.1.

LEGGI ANCHE: Cos’è Aptoide

Se voleste poi disinstallare il tutto, non fatelo a mano, ma utilizzate l’apposito file “xposed-uninstaller-20180108-*.zip”, che potete scaricare da qui, facendo sempre attenzione a prelevare la versione corrispondente all’architettura del processore in uso.

Come per ogni beta test che si rispetti, segnalate poi ogni problema riproducibile, in modo che Rovo89 possa capirlo e risolverlo. E fate sapere anche a noi nei commenti qui sotto la vostra esperienza.

Aggiornamento10/01/2018 ore 08:50

È passato un solo giorno dal rilascio di Xposed per Oreo ed è già disponibile un modulo per Magisk che ne consente l’installazione systemless, ovvero senza  andare a modificare i file di sistema. Vi basterà installare prima Magisk e dal Magisk Manager scaricare la versione di Xposed che volete installare, ovvero quella per Android 8.0 con API 26, o quella per Android 8.1 con API 27. Il resto è “magia”, anzi Magisk! (gioco di parole intenzionale – NdR)

Via: XDA (1), (2)