OnePlus 5T vs Razer Phone, il nostro confronto (foto e video)

Emanuele Cisotti -

Riprendiamo la serie di nostri confronti mettendo testa a testa due smartphone Android di fine 2017 fra i più potenti di sempre: Razer Phone e OnePlus 5T. Ci avete chiesto voi di confrontarli, votandoli in un sondaggio che abbiamo fatto nel nostro gruppo su Facebook. I due smartphone sono caratterizzati dall’avere 8 GB di RAM e il processore Snapdragon 835 octa core da 2,45 GHz.

Sono due dispositivi comunque diversi per concezione, visto che Razer Phone vuole trovare il suo pubblico nei videogiocatori, offrendo non uno schermo in 18:9 (come invece fa OnePlus 5T) quanto piuttosto uno schermo in 16:9 con una frequenza di aggiornamento a 120 Hz che permette di avere giochi sempre estremamente fluidi, così come anche un’interfaccia senza mai rallentamenti. Certo, l’Optic AMOLED fa più scena e nel video lo si nota bene, anche grazie sopratutto a degli angoli di visione superiori (nelle foto si vede infatti come frontalmente la luminosità non è così differente).

Razer Phone è poi fornito di due speaker stereo frontali molto potenti, ma purtroppo perde il jack audio di cui è invece dotato OnePlus 5T. Razer Phone ha la memoria espandibile, mentre OnePlus 5T ha il supporto alla doppia SIM. In più troviamo anche il doppio della memoria interna (sempre UFS 2.1) e il supporto al Dash Charge proprietario. In termini di fotocamera non c’è storia: in questi mesi Razer non è riuscita ancora ad ottimizzare a dovere la sua doppia fotocamera.

SCHEDE TECNICHE: Razer PhoneOnePlus 5T

Analizzando il software invece le differenze non sono tante, ma sono quasi tutte a favore di OnePlus. Razer ha scelto di puntare infatti ad un software minimale e incentrato su personalizzazione e gaming, scegliendo infatti di integrare nel sistema Nova Launcher Premium.

Il prezzo è a favore di OnePlus 5T: 559€ contro i 769€ di Razer Phone. Una differenza che sicuramente lo fa diventare il vincitore della sfida. Questo non significa che Razer Phone sia un perdente, ma anzi un’ottima nuova alternativa alla conferma che invece ci ha dato OnePlus nel 2017.

Video

Foto

Sample fotocamera