Xiaomi si ispira ad iPhone X per il nuovo sistema di gesture della MIUI 9: addio ai pulsanti a schermo in futuro?

Edoardo Carlo Ceretti

iPhone X non sarà stato lo smartphone più rivoluzionario degli ultimi anni – come qualcuno tenta di dipingerlo – ma di sicuro ha sdoganato tanti piccoli dettagli che, proprio perché adottati su uno smartphone così importante, finiranno per influenzare le decisioni di altre aziende. Se in molti si augurano che il famigerato notch non faccia scuola, appare inevitabile che il FaceID verrà ripreso da molti rivali del settore, così come il sistema di gesture, necessario su un dispositivo privo di tasti frontali di qualsiasi genere.

Proprio quest’ultimo ambito sembra aver già fatto proseliti, anche piuttosto eccellenti. Ci riferiamo a Xiaomi che, nelle sue ultime release di test della MIUI 9, sta iniziando a mettere a disposizione degli utenti un sistema di gesture che va quasi completamente a replicare quello elaborato da Apple per il suo iPhone X.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi MIX 2, la recensione

Ecco quindi lo swipe dal basso verso l’alto per accedere alla schermata home, dal basso verso l’alto con una pausa di una frazione di secondo per accedere al menu multitasking e a sinistra o destra dal centro per passare rapidamente alle altre app aperte in background. Insomma, non un grande sforzo di fantasia da parte di Xiaomi, ma evidentemente la soluzione offerta da Apple è più valida di quanto si pensasse.

Le nuove gesture saranno testabili in anteprima, tramite le prossime beta della MIUI 9, su Xiaomi Mi MIX, Mi MIX 2, Redmi 5 e Redmi 5 Plus, ovvero al momento gli unici dispositivi del marchio cinese privi di tasti soft touch fuori dal display. Non sappiamo se questa strada avrà un reale seguito in futuro o se il sistema di gesture subirà delle modifiche nel tempo, ciò che è certo è che Xiaomi vuole farsi trovare preparata nel caso il mercato muovesse in massa nella direzione indicata da Apple – che non avrà inventato la navigazione tramite gesture, ma l’ha portata per la prima volta su larga scala.

Via: Android Authority