LineageOS spegne la sua prima candelina: dalle ceneri di CyanogenMod, verso il futuro e oltre (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Durante questo periodo di festività, c’è chi celebra un’altra ricorrenza, nel suo piccolo molto importante. Si tratta del primo compleanno di LineageOS, che venne annunciata durante la giornata del 24 dicembre 2016.

Dopo la fine dello storico progetto CyanogenMod, LineageOS è stato capace di raccoglierne l’eredità, portando avanti l’importante missione di offrire un supporto software libero e gratuito a più di 180 dispositivi diversi – di 23 produttori – gran parte di questi oramai abbandonati dal supporto ufficiale, ma che trovano nuova linfa proprio grazie a LineageOS.

Come fieramente sottolineato nell’infografica celebrativa di questo importante traguardo, il supporto software offerto non si occupa solo di far girare una versione recente di Android anche su dispositivi dotati, ma anche e soprattutto di renderli sicuri, grazie al costante aggiornamento delle patch di sicurezza, di cui il produttore ha deciso di non farsi più carico. Un problema serio, perché si stima che ben 7 smartphone Android su 10, attualmente in funzione nel mondo, non siano adeguatamente protetti. LineageOS contribuisce a quel 30% di dispositivi sicuri.

L’infografica snocciola poi tanti altri dati, come l’1,7 milioni di dispositivi unici che attualmente montano una rom LineageOS, i dispositivi più diffusi fra quelli supportati dal progetto (in testa c’è lo storico OnePlus One) e i paesi che constano di più utenti attivi (la Germania, al quinto posto, è il primo paese europei). Dunque, buon compleanno LineageOS, cento di questi giorni!

Fonte: LineageOS