Huawei ha già rilasciato il codice sorgente del kernel di Mate 10 e Honor 7X

Edoardo Carlo Ceretti

Huawei è indubbiamente il produttore che sta crescendo di più al mondo, sotto pressoché ogni punto di vista. Sicuramente nelle vendite, protagonista di un avvincente testa a testa con Apple per il secondo gradino del podio dietro al padrone incontrastato Samsung. Ma tutto ciò non sarebbe potuto essere possibile senza una maturità sempre più solida dal punto di vista della qualità dei prodotti e del supporto.

Un ulteriore passo che dimostra la sempre maggiore consapevolezza dell’azienda nei confronti dei suoi utenti e del mondo Android riguarda il più celere rilascio del codice sorgente dei suoi dispositivi. Se soltanto un anno fa, con Mate 9, c’erano voluti ben 6 mesi per il rilascio dei sorgenti, è notizia di poco fa che Huawei abbia già rilasciato il codice sorgente di Mate 10 e Honor 7X, modelli presentati negli ultimi due mesi.

LEGGI ANCHE: Idee regalo per un Natale tech

Una differenza notevole, per un più rigoroso rispetto della licenza GPL v2 e una maggiore apertura verso l’universo dello sviluppo indipendente, che gioverà molto del rilascio. Nell’attesa che anche Xiaomi prenda esempio (siamo ancora in attesa del codice sorgente persino di Mi A1), per quanto riguarda il modding il futuro sarà ancora più roseo grazie a Project Treble, che consentirà agli sviluppatori alternativi di cucinare delle rom AOSP quasi del tutto funzionante senza apportare modifiche al kernel Linux.

Via: XDA Developers